Ladri nella scuola rubano pc appena arrivati e ancora imballati

E' successo a Marittima, frazione di Diso, nella primaria di via Roma. I malviventi hanno forzato una grata e sono entrati da una finestra. Erano quattro i computer ancora da montare. Il caso denunciato ai carabinieri di Spongano

MARITTIMA – Quei computer erano arrivati da poco. Nuovi di zecca, ancora imballati e custoditi in una stanza dell’edificio, in attesa di essere collocati sulle scrivanie e collegati. Desktop con monitor, a poco usciti dalla fabbrica, che non hanno però visto nemmeno un giorno di scuola. Qualcuno li ha rubati, l’altra notte. Il furto è stato denunciato nelle scorse ore presso la caserma dei carabinieri di Spongano.

Sono ben quattro i personal computer finiti nelle mani dei soliti ignoti. Si trovano nella scuola primaria di Marittima, la popolosa frazione di Diso. I ladri, per entrare nell’edifico di via Roma, hanno dovuto semplicemente forzare una grata e una finestra. Una volta all’interno, hanno preso i computer e probabilmente li hanno caricati in qualche veicolo.

La ricostruzione della parte finale della vicenda, quella riguardante mezzo di trasporto e fuga, è puramente ipotetica, perché non ci sono videocamere di sorveglianza. Tutta merce per un valore di qualche migliaio di euro che troverà, probabilmente, mercati paralleli.  

I furti di attrezzature nelle scuole e nelle sedi universitarie sono, purtroppo, all’ordine del giorno. E per quanto riguarda Marittima, è la seconda volta in poche mesi che se ne verifica uno. Un singolo computer, infatti, fu rubato nel maggio scorso. questa volta, però, il colpo è stato ancor più fruttuoso. La domanda che probabilmente gli stessi investigatori si stanno in queste ore è se sia stata pura fortuna o se i ladri siano andati a colpo sicuro.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Torna su
LeccePrima è in caricamento