Ladri pentiti a Gagliano: restituito l'ecografo al Poliambulatorio

Il macchinario, sottratto la notte del 2 febbraio, è stato misteriosamente restituito. Melli, Asl:"Il furto aveva danneggiato sia l'azienda sanitaria che i pazienti del distretto"

GAGLIANO DEL CAPO - Ladri pentiti oppure preoccupati? Non è dato saperlo. Di certo c’è che l’ecografo sottratto da ignoti, la notte del 2 febbraio, dai locali del Poliambulatorio di Gagliano del Capo, è stato restituito in un modo altrettanto misterioso. I malviventi che si erano introdotti nel Centro di salute di Tricase, questa mattina l’hanno fatto ritrovare davanti alla porta d’ingresso, ben protetto sotto una pensilina.

“Non si sa se la restituzione sia stata mossa da sincero pentimento oppure dalla difficoltà di piazzare un macchinario così ingombrante, fatto sta che la sorpresa è stata grande per il direttore del distretto di Gagliano del Capo, Giuseppe Guida”, replicano dalla Asl di Lecce.

Il medico, dopo il furto del prezioso strumento diagnostico, aveva lanciato un accorato appello ai ladri: restituitelo. Il danno prodotto per le casse dell’azienda sanitaria – ma soprattutto per la salute dei pazienti - avrà forse scosso persino le coscienze degli autori della sottrazione notturna che sono tornati sui propri passi. Il macchinario, infatti, era nuovo di zecca e non sono pochi gli utenti che vi fanno ricorso per la diagnosi di svariate patologie.

Il direttore generale della Asl di Lecce, Silvana Melli, ha tirato un sospiro di sollievo, anche perché proprio sulla dotazione di moderni ecografi ai distretti ha imperniato la strategia volta a rinforzare la sanità territoriale.

“La salute delle persone – commenta – è più importante di qualsiasi cosa, evidentemente anche per chi l’ecografo l’aveva inopinatamente rubato. Si tratta, peraltro, di uno degli ecografi portatili di ultima generazione di recente messi a disposizione dei distretti. Strumenti fondamentali per poter fare esami a domicilio, utilissimi quindi per offrire un servizio prezioso a pazienti fragili, che non possono lasciare la propria casa o il proprio letto. Una vicenda che una volta tanto si chiude bene, voglio sperare per uno scatto di senso civico negli autori di un furto che aveva colpito l’Asl e l’intera comunità”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Ma lo hanno restituito no perché si sono pentiti...ma perché sicuramente non sarebbero riusciti a venderlo....per fortuna lo hanno restituito e non distrutto...

  • A volte la coscienza è più forte della fame e in questo caso, bisogna dire che chi ha riportato in dietro l'ecografo, ha fatto la cosa giusta.

  • Per fortuna che una volta tanto glie 'venuto il rimorso della coscenza gli a toccato il cuore per unavolta sarebbe stato meglio che non la vrebbero fatto

  • Però devono mettere la vigilanza..almeno hanno avuto il coraggio di portare indietro..ma e assurdo che nessuno si sia accorto

    • forse, probabilmente non era molto lontano dal posto in cui è stato rubato

  • Sconcerta la sfrontatezza e l'impunità di costoro, che si sono mossi a loro piacimento con un ingombrante macchinario per le vie del Salento, senza avere un minimo di timore. La riconsegna a domicilio del macchinario ne è una prova, un minimo di timore avrebbe suggerito di mollarlo in qualsiasi posto e poi dare un anonimo colpo di telefono per farlo ritrovare. Questa provincia di notte è terra di delinquenti: si spostano come accidenti gli pare. Ruspe, camion, potenti bolidi, ma possibile che nessuno nota questi spostamenti? A che servono le numerose videocamere posizionate sulle nostre strade? Qualcuno le guarda?

  • Ogni tanto lo scrupolo di coscienza prevale. Nel caso specifico penso che l'apparecchio non era collocabile sul mercato.

  • rimane il gesto @#?*%$...... vigliacchi!

  • Siccome la lista di attesa era troppo lunga, hanno pensato bene di usarlo per i loro problemi e poi restituirlo.

    • potrebbe essere un'ipotesi valida ,visto le lunghe liste d'attesa di mesi, ma guarda caso se paghi intramoenia nella stessa struttura con lo stesso ecografo, l'esame lo fai in 3-4 giorni.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In tre lo accerchiano sotto casa, commerciante pestato e rapinato

  • Salute

    I salentini? Forti di cuore, ma consumano troppi farmaci per asma

  • Attualità

    Volo in elicottero: il disseccamento degli ulivi spaventa il ministro Centinaio

  • Cronaca

    Prigioniera in casa e minacciata di morte: inflitti due anni e mezzo al convivente

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Oltre 1 chilo di cocaina, arrestato il fratello del boss del clan "Vernel"

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Far West vicino alla banca: spari in aria, rapinati 35mila euro

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

Torna su
LeccePrima è in caricamento