Ladri senza cuore: furto nella sede di ActionAid per l'adozione a distanza

Caprarica: i malviventi hanno sottratto dalla nuova sede dell'associazione di beneficenza quattro computer, fotocopiatrice, stampante, casse audio, mixer, climatizzatori e altro materiale di vario genere, tutto frutto di donazioni. Rubate anche attrezzature di una ditta che sta facendo lavori

L'ingresso scardinato (foto dal profilo faceboojk di ActionAid),.

CAPRARICA DI LECCE – Se già un furto in un’abitazione, in un’azienda o in un bar sono percepiti come vere e proprie intrusioni nella propria intimità e un’insostenibile violenza ad anni di sudato lavoro, superano i confini della decenza i ladri che nella notte tra il 21 e il 22 gennaio hanno avuto il coraggio di sfondare la porta alla sede salentina di ActionAid. 

Si tratta dell’organizzazione internazionale che lotta contro povertà ed emarginazione con iniziative ed eventi e grazie, fra le altre cose, anche all’istituto dell’adozione a distanza di bimbi che hanno necessità di fondi per sopravvivere e studiare nei paesi di Terzo e Quarto Mondo colpiti da carestie e guerre civili. Insomma, c'è ladro e ladro e qualche volta anche il più impenitente dei furfanti potrebbe mostrare un briciolo di cuore. 

La nuova sede di Caprarica di Lecce, in piazza Vittoria, è stata dunque violata per perpetrare un furto che agli stessi malviventi frutterà ben poco, ma che per gli operatori rappresenta un danno notevole sul piano dell’organizzazione. Sono gli stessi ragazzi del gruppo locale di ActionAid a raccontare quanto patito.

Dopo aver sfondato l’ingresso principale della sede, i malviventi hanno portato via tutta l'attrezzatura con cui l'associazione lavora ogni giorno: quattro computer, una fotocopiatrice, una stampante, casse audio, mixer, climatizzatori, offerte e materiale di vario genere. E non solo. Anche la ditta impegnata nei lavori all'esterno (l'associazione era da pochi giorni nel nuovo spazio sociale, spiegano gli operatori) si è vista rubare flessibile, smerigliatrice, miscelatore e attrezzi vari. Insomma, non ce n’è stato per nessuno.

“Tutto il materiale elettronico presente nella sede di ActionAid Lecce è frutto di donazioni da parte di privati e di uffici. Ogni volta che rinnovano le proprie attrezzature, decidono di sostenerci donando a noi questi macchinari”, ricordano. “Il materiale ha sul mercato un valore irrisorio, mentre per noi rappresentava una marcia in più”.

ActionAid Italia sulla propria pagina Facebook ha dedicato un post d’incoraggiamento agli operatori leccesi. In poche ore lo spazio Facebook della sede di Caprarica è stato inondato da più di 14mila internauti che hanno dimostrato la loro solidarietà.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Na paralisiiiiiiiiii!!!!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    L'Inail fotografa un Salento nero: 9 morti sul lavoro solo nel 2016

  • Politica

    Ex Agip, pubblicato il bando: per il recupero costi stimati in 380mila euro

  • Politica

    Nelle case popolari 187 contatori individuali per l'acqua. Primi interventi

  • Politica

    Statale 275, Anas incontra Regione e sindaci per illustrare l’intervento sul primo tratto

I più letti della settimana

  • Il treno diretto a Lecce riparte: scivola sui binari, lamiera gli trancia braccio e gamba

  • Le complicazioni non lasciano scampo: muore il 35enne, donati gli organi

  • Impatto violento contro il guard-rail, in ospedale con codice rosso

  • Incidente in moto, si aggrava dopo 24 ore: in Rianimazione

  • Violento pestaggio in pieno centro, trenta giorni per gravi ferite al volto

  • Nel furgone una tonnellata di “erba” appena sbarcata: preso ex contrabbandiere

Torna su
LeccePrima è in caricamento