Accusato di abusi sessuali sulle figlie della sua ex, 49enne finisce a processo

La scabrosa vicenda arriva dal basso Salento. Le bimbe hanno 9 e 6 anni. Avrebbero subito palpeggiamenti e baci nelle parti intime

LECCE – Un uomo di 49 anni residente in un comune del basso Salento, è stato rinviato a giudizio dal giudice Michele Toriello con l’accusa di violenza sessuale aggravata ai danni di due sorelline, rispettivamente di 9 e 6 anni, figlie della sua ex consorte e avute da lei con un altro uomo, dopo la separazione. Una vicenda molto delicata, fino a oggi inedita, per la quale l’uomo si trova ai domiciliari fin dal 1° marzo scorso.

I fatti si sarebbero verificati in un arco temporale di due anni circa, dal 2015 fino alla fine di  ottobre del 2017. Dopo la scoperta e le indagini, appurati i fatti, si è proceduto all’arresto nella scorsa primavera. L’inchiesta è stata portata avanti dai carabinieri della stazione di Gallipoli, perché tutto è nato da una segnalazione partita dall’ospedale “Sacro Cuore di Gesù”, un giorno che qui una delle bimbe si trovava in visita, ma il 49enne risiede in un luogo molto più distante che non appartiene al comprensorio della Città Bella.

Pesanti le azioni imputate all’uomo. Avrebbe abusato dell’inferiorità delle bimbe, obbligandole a subire atti sessuali: palpeggiamenti dei genitali, nel caso di una, con il pretesto di cambiare il pannolino e toccamenti e baci sulle parti intime, nel caso dell’altro, abbassandole pantaloni e mutandine. Il 30 gennaio del 2019 si è svolto l’incidente probatorio, con l’ascolto delle due minori, ritenuto evidentemente attendibile.

La prima udienza si terrà il 15 gennaio 2020 davanti alla Prima sezione penale, in composizione collegiale. L’imputato è difeso dall’avvocato Martino Carluccio. Per le minor è stato nominato curatore speciale l’avvocato Massimo Manganaro, costituitosi parte civile con il patrocinio dell’avvocato Tiziana Petrachi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

Torna su
LeccePrima è in caricamento