Furti nei negozi e guida in stato d'ebbrezza, in 23 finiscono denunciati

Controlli e interventi a raffica dei carabinieri di Lecce e delle stazioni dipendenti. Ben nove soggetti sono finiti nei guai perché sorpresi in giro a sottrarre generi alimentari, capi d'abbigliamento, bigiotteria e profumi

LECCE – Giornate intense di lavoro per i carabinieri della compagnia di Lecce e delle stazioni dipendenti che negli ultimi giorni hanno svolto una serie di controlli, accertamenti  e interventi, arrivando a denunciare ben ventitré persone. Tredici per guida in stato d’ebbrezza, una per guida sotto l’influenza di stupefacenti e nove per furti di varie entità commessi dentro esercizi di commerciali.  

I servizi sono stati intensificati in tutta l’area del capoluogo, proprio con l’avvio della bella stagione. Arrivano turisti e visitatori, aumenta il traffico sulle strade, si commettono, quindi, anche più reati. E se, come detto, tanti sono stati i deferiti per essersi messi alla guida in condizioni non proprio legittime (alteri due stati segnalati per guida senza patente, mai conseguita), non sfugge nemmeno il dato delle denunce per furti dentro vari esercizi commerciali. Nella zona di Cavallino, sono finiti nei guai un 55enne per aver sottratto alimenti, e un 30enne e una 26enne, per aver rubato capi d’abbigliamento per circa 70 euro. Entrambi gli episodi, in un supermercato.  Denunciato, poi, un 41enne per furto di utensili per un valore di 50 euro, fatto commesso in un magazzino di prodotti per il bricolage.

A Monteroni di Lecce, e sempre in un supermercato, i carabinieri hanno “pizzicato” due ragazze di 16 e 14 anni, per furto di alimenti e capi abbigliamento. A Lecce, presso i magazzini Coin di piazza Mazzini (nella foto, l’intervento dei carabinieri) una donna di 70 anni per furto di bigiotteria e profumi (valore, circa 80 euro) e due ragazze di 16 anni per quello di capi abbigliamento (circa 150 euro). Infine, non per furto, ma per essere stato trovato in possesso di una pistola a gas priva di tappo rosso e di 43 cartucce calibro 9 a salve, è finito nei guai un 47enne. Nel corso dei controlli, sono poi stati segnalati alla Prefettura in ventisei per detenzione ai fini di uso personale di stupefacenti.

Sannicola, indagati per furto d'auto

Uscendo fuori dall’hinterland di Lecce, invece, a Sannicola, i carabinieri della stazione locale, in collaborazione con i colleghi di Trepuzzi, questa mattina hanno denunciato per furto aggravato in concorso P.A., 56enne di Trepuzzi e S.A., 57enne di Sannicola. Sono stati ritenuti gli autori del furto di una Fiat Uno, rubata a Sannicola l’11 giugno scorso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento