Fermato con cocaina nelle tasche, altra era a casa: finisce ai domiciliari

Gli agenti della sezione volanti di polizia hanno arrestato un 32enne, bloccato per un controllo non lontano dalla questura

LECCE – Aveva cocaina nelle tasche e altra in casa e per questo è finito in arresto, ai domiciliari. Nei guai è finito, ieri pomeriggio, Simone Taccogno, 32enne. Il giovane è stato fermato da una volante di pattuglia mentre si trovava in via Padre Bernardino Realino, a Lecce, praticamente a breve distanza dalla questura.

Già durante il controllo, il 32enne avrebbe manifestato segni di nervosismo, dando la sensazioen che potesse nascondere qualcosa. Perquisito, aveva addosso una bustina di cellophane trasparente  chiusa all’estremità con del nastro adesivo contenente poco più di 1 grammo di  cocaina.

Un’ulteriore bustina di cellophane, contenente 4 grammi, sempre di cocaina, è stata poi trovata nascosta nella camera da letto dell’abitazione del giovane, in casa del quale gli agenti hanno esteso la perquisizione. E’ stato così dichiarato in arresto e sottoposto ai domciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzini abusati in un casolare, 69enne in carcere per pedofilia

  • Giro di armi da fuoco e monopolio imposto sul servizio navette: sei arresti

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: imputati il padre e lo zio

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento