Gratta e “vince” una denuncia. Si era intrattenuto nella tabaccheria

La polizia locale ha segnalato anche l'esercente alla Prefettura. Nei guai pure un pendolare. Ha fatto un giro un po' "largo"

LECCE – Gratta e “vince” una denuncia penale. Ne avrebbe senz’altro fatto a meno, è chiaro. Ma tant’è. La voglia di sfidare la sorte per molti è talmente alta che si può arrivare anche a questo. E la sorte non è stata benevola. Niente soldi incassati, semmai in uscita, fra avvocati e sanzioni. E’ successo a Lecce nella tarda serata di ieri, dove la polizia locale ha verificato come un giocatore, in una tabaccheria, dopo aver proceduto all’acquisto, si fosse intrattenuto invece di uscire e tornare a casa. Scelta davvero impropria, che è costata cara anche all’esercente, segnalato in Prefettura, con la contestazione di aver – appunto - consentito la permanenza all’interno.

Non è stata l’unica denuncia fresca della polizia locale leccese. Nel pomeriggio, nei guai è finito un pendolare che da Caprarica di Lecce, diretto sul posto di lavoro, a Monteroni di Lecce, pare abbia dichiarato di essere arrivato nel capoluogo per dare un passaggio a un collega. Un giro un po’ troppo largo e accolto malamente dagli agenti. Le pattuglie, poi, in serata, hanno verificato altri 72 spostamenti attraverso posti di controlli in via Vecchia Frigole, nel rione Santa Rosa, in viale Leopardi,  in piazza Ludovico Ariosto, in piazza dei Partigiani, in piazza Mazzini, in viale Giovanni Paolo II, in via Taranto e in viale Aldo Moro. Sono state fermate in tutto 233 persone, tre delle quali denunciate. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I controlli hanno riguardato anche nove supermercati di medie e grandi dimensioni e sono stati tutti di esito regolare, in base ai requisiti previsti per il distanziamento sociale. Verifiche anche presso i distributori di carburante lungo la tangenziale, dove sono risultate chiuse le attività di somministrazione di alimenti e bevande e la quasi totalità delle rivendite di tabacchi. Un ultimo dato. Al numero del Coc di via Giurgola (0832.230049), dedicato all’assistenza della popolazione, la protezione civile ha ricevuto 278 chiamate, di cui 48 per richieste di farmaci, 32 di generi alimentari e 198 di informazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

  • Incendiano l’auto di un 33enne: ma le videocamere immortalano la scena

  • Puglia, crescita lenta: nel Salento dieci nuovi casi, tre i decessi

Torna su
LeccePrima è in caricamento