Evade dai domiciliari, in carcere. Aveva appena patteggiato per spaccio

Un 39enne leccese nei guai. A rintracciarlo fuori di casa sono stati i carabinieri. Nei giorni precedenti già una condanna

LECCE – Solo pochi giorni prima, il 19, aveva patteggiato due anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti davanti al giudice Michele Toriello. E si sarebbe dovuto trovare ancora ai domiciliari. Ma, nel corso di un controllo, avvenuto sabato, non è stato trovato in casa. Una volta rintracciato, è stato arrestato ed è finito in carcere.

VIADANA PIERPAOLO-2Nemmeno il tempo di smaltire il precedente, e già nuovi problemi con la giustizia per Pierpaolo Viadana, 39enne di Lecce. A fermarlo sono stati  carabinieri della Sezione radiomobile della compagnia di Lecce, durante un controllo ordinario delle persone che hanno a carico misure privative della libertà personale. Scoperto che si era allontanato arbitrariamente dalla  propria abitazione, nel rione Santa Rosa, sono partite le ricerche. Poco dopo, Viadana è stato rintracciato e arrestato con l’accusa di evasione.

Viadana era stato arrestato a dicembre, durante un controllo dei carabinieri che, nella sua abitazione, trovarono 126 grammi di marijuana, più materiale per il confezionamento, nascosti in un’intercapedine fra il muro e un mobiletto del bagno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

Torna su
LeccePrima è in caricamento