Notte folle in città, volano per aria anche transenne: feriti e denunce

Due distinti episodi quasi nello stesso momento provocati da un nigeriano armato di bastone in via Monteroni e un polacco in via Sagrado. Un agente contuso, un ghanese ferito a un occhio senza motivo e tanta paura

Nelle foto, le transenne di via Sagrado.

LECCE – Notte folle dentro Lecce, dove le volanti di polizia presenti sul territorio, pressoché alla stessa ora, si sono dovute dividere per gestire due situazioni al limite dell’assurdo, con soggetti che stavano dando in escandescenza per motivi inspiegabili.

Tutto è accaduto fra le 23 e le 23,30. La prima volante si è recata in via Monteroni, nel punto in cui la strada da angolo con via  Fermi, dove era stata segnalato un uomo armato di bastone. Lo stava brandendo contro i passanti. Per fortuna, senza colpire nessuno. L’uomo, un nigeriano di 25 anni, era in forte stato di agitazione. Non è stato facile bloccarlo e  disarmarlo.

Da controlli, è poi emerso che risultata ospite del Cara di Mineo, in provincia di Catania. Chissà come, era riuscito ad arrivare però a Lecce, senza qui avere una dimora. Non aveva assunto alcolici o stupefacenti. E’ risultato un soggetto con problemi di natura psichiatrica. Tanto da essere ricoverato presso l’ospedale “Ferrari” di Casarano per un trattamento sanitario obbligatorio.

Persino peggio è andata nel quartiere Leuca, dove, in via Sagrado, un polacco 35enne residente a Lecce, stava dando seri problemi al vicinato, scatenandosi in una furia inaudita, gettando a terra transenne posozionate per alcuni lavori, sradicato un palo della segnaletica stradale e colpendo al volto senza motivo un vicino di casa, ghanese di 44 anni, che ha riportato un grosso ematoma all’occhio.

Qui i poliziotti hanno avuto ancor più difficoltà a bloccarlo. Un agente ha riportato anche delle contusioni. Ma alla fine il 35enne è stato bloccato e  denunciato per danneggiamento,  oltraggio, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Anche in questo caso, non risulta che avesse assunto delle sostanze. Ha motivato la sua rabbia cieca per la perdita recente di un amico. La vicenda ha provocato il panico in zona. E’ stata anche immortalata con un eloquente video e caricata sul gruppo Facebook “Vivere Lecce”.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Vino adulterato: undici arresti e quattro aziende sequestrate dal Nas

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento