Casa trasformata in mercatino dello spaccio, scatta il blitz dei carabinieri

Arrestata per l'ennesima volta Anna Maria Riotti, 60enne di Lecce, storica pusher, qualche anno addietro condannata per "Rewind"

LECCE – Nonostante l’appartamento in cui abita, in via Marcianò, nei pressi di piazzale Rudiae, sia stato “visitato” molte volte, negli anni, dalle forze dell’ordine, l’antico vizio dello spaccio non è mai cessato. Ed è così che Anna Maria Riotti, 60enne di Lecce, un’antica militanza nel settore, è finita ancora una volta in arresto.

Il blitz è scattato nella tarda serata di ieri, dopo una serie di appostamenti dei carabinieri della Sezione radiomobile. I militari sono stati attirati dal continuo viavai di soggetti, diversi noti per tossicodipendenza,  e così hanno svolto alcuni appostamenti. L’occasione buona è giunta quando hanno seguito di soppiatto un acquirente della donna. Appena ha suonato al campanello e l’uscio si è spalancato, hanno fatto irruzione.

RIOTTI ANNA  MARIA-2In casa, in quel momento, non c’era soltanto la padrona, ma anche due amiche, una 40enne e una coetanea di Anna Maria Riotti, denunciate a loro volta a piede libero. Al momento della perquisizione, agli occhi dei carabinieri si è presentato un vero e proprio mercatino della droga, con un certo assortimento. Sono stati sequestrati 15,45 grammi di cocaina, 2,99 di marijuana, 5,61 hashish, più contanti per 770 euro, ritenuti provento della vendita. Curiosamente, la donna aveva anche un paio di banconote false, una da 50 e l’altra da 20 euro. La 60enne si trova al momento ai domiciliari.

Il suo nome è legato a una serie di attività svolte negli anni sia dalla polizia (che di recente l’aveva arrestata, sempre per spaccio) sia dagli stessi carabinieri. Fra l’altro, è rimasta coinvolta nell’operazione “Rewind” dei militari gallipolini, per la quale nel giugno del 2015 è stata condannata a quattro anni e quattro mesi.

Maglie: droga nascota nella siepe di un condominio

A Maglie, invece, in via XXIV Maggio, su segnalazione di un cittadino, i carabinieri della stazione locale hanno trovato, nascosta dentro una siepe decorativa di un giardino condominiale, una busta di cellophane. Dentro c’era sostanza stupefacente, infiorescenze di marijuana, per 135 grammi. La sostanza è stata sequestrata.

Potrebbe interessarti

  • Allergia al nichel: i sintomi e gli alimenti da evitare

  • I rimedi fai da te contro la micosi alle unghie

  • Fa davvero male dimenticarsi di cambiare le lenzuola?

  • Rimedi contro gli scarafaggi

I più letti della settimana

  • Scontro fra più veicoli sulla statale 274, muore donna travolta da un autocarro

  • Il malore improvviso, la caduta sull'asfalto. E poi arrivano gli angeli del 118

  • Batte con violenza fra collo e schiena sul fondale basso, 22enne in codice rosso

  • Affiancato e minacciato con pistole, costretto a cedere la sua moto

  • "Quell'uomo era morto. Una forza interiore mi ha spinto ad andare avanti"

  • Suv fuori controllo punta su di lei: con istinto felino la donna si mette in salvo

Torna su
LeccePrima è in caricamento