Si barrica e getta l'eroina dalla finestra. Ma dietro c'erano altri carabinieri

In arresto è finita Annarita Castelluzzo, 58enne leccese. Il blitz nel quartiere Stadio. I militari sono arrivati a lei seguendo un uomo

Foto di repertorio.

LECCE – Seguono l’uomo e trovano la donna. E alla fine, l’arresto scatta o proprio per quest’ultima. Annarita Castelluzzo, 58enne di Lecce, una serie di precedenti alle spalle, dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A inchiodarla sono stati i carabinieri della Sezione radiomobile del capoluogo. Che da diverso tempo erano sulle tracce dell’ennesimo giro in città, in particolare quello legato alla recrudescenza del fenomeno dell’eroina. Eroina che ritorna in larga parte proprio in questa storia: 16 i grammi contestati alla donna. Più un paio di dosi di cocaina.

Seguiti i movimenti di un uomo

C’era andirivieni, in quell’abitazione nel quartiere Stadio di Lecce. E i militari, in particolare, avevano adocchiato da diversi giorni un soggetto più assiduo nel frequentare l’abitazione di Annarita Castelluzzo. Tutto quello che dovevano fare, a quel punto, era capire se fosse un fornitore o un “cliente” abituale. E nel tardo pomeriggio di sabato è scattato l’accerchiamento di una palazzina. Prima di tutto, è stato fermato proprio quell’uomo. Peraltro, trovato in compagnia di due altri soggetti. Addosso aveva della cocaina. Ed è stata la molla che ha spinto i militari a entrare definitivamente nel palazzo, per fare irruzione in casa della donna.

Si è barricata dentro casa

Lei, però, si è accorta quasi subito della presenza dei carabinieri. Ed è riuscita a tenerli a distanza per un po’. Ha chiuso la porta con la barra. Il tempo necessario per raggiungere la stanza da letto, aprire una finestra e lanciare al di sotto un involucro. Dentro c’era eroina. Non aveva però calcolato una cosa: altri carabinieri si erano appostati preventivamente alle spalle del palazzo, proprio per prevenire una simile ipotesi. Accade spesso, infatti, che uno spacciatore si accorga del blitz e provi a far sparire all’improvviso la droga. Il volo del pacchetto è stato ben notato dai carabinieri, che l’hanno recuperato. E quando, alla fine, sono entrati in casa, hanno sequestrato anche un bilancino di precisione, denaro, altro materiale per confezionare le dosi.  

E' finita agli arresti domiciliari

Sentito il pubblico ministero di turno, Francesca Miglietta, Annarita Castelluzzo è stata arrestata e sottoposta ai domiciliari. Lei ha nominato come suo difensore l’avvocato Benedetto Scippa. L’udienza di convalida si terrà domani mattina davanti al giudice Sergio Mario Tosi. Al vaglio, invece, la posizione dell’altro uomo trovato con lo stupefacente, e dei due che si trovavano con lui.  

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Tragico scontro tra auto e moto sulla litoranea ionica: muore 31enne

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Si torna a sparare in città: esplosi tre colpi di pistola contro un’auto

Torna su
LeccePrima è in caricamento