Intimidazioni a Sternatia: lettera minatoria al sindaco Manera

Una busta è stata recapitata in mattinata, presso il municipio del comune grico. All’interno, un foglio stampato con insulti

Il sindaco di Sternatia, Massimo Manera.

STERNATIA – “Dovresti solo vergognarti dittatore”. Questa l’offesa finale contenuta in un foglio di carta recapitato, questa mattina, al sindaco di Sternatia, Massimo Manera. A poche ore dal nuovo insediamento, che vede il primo cittadino uscente riconfermato per il quarto mandato alla guida del comune grico, la lettera dal contenuto minatorio.

Imbustato e fatto giungere presso il municipio, il plico contenente il foglio è stato direttamente indirizzato a Manera. Una volta aperto, ben visibile la serie di offese e intimidazioni con chiaro riferimento alla recente campagna elettorale. “Vincere in quel modo è qualcosa di abominevole e schifoso”, recita la missiva. Ma la tornata appena conclusa ha visto la sola competizione di Manera. Come avvenuto anche in altri due comuni del Salento, infatti, si è presentato un solo candidato poiché non si sono formate altre liste concorrenti. Raggiunto il quorum, con oltre l’80 per cento dei voti diretti al presidente della Fondazione Notte della taranta, quest’ultimo è stato riconfermato sindaco.

61698984_10217771172303585_2249532912766550016_n-1-2La lettera, intanto, è stata consegnata ai carabinieri della stazione di Soleto che, assieme ai colleghi della compagnia di Maglie, stanno ora eseguendo le indagini. Complesso stabilire il contesto nel quale sarebbe stato covato il livore da parte di uno o più cittadini: con un solo candidato in corsa, infatti, la campagna elettorale si è svolta tranquillamente e, in occasione dei due comizi organizzati in piazza, non si sono verificate aspre discussioni, né litigi che abbiano potuto lasciare strascichi.

Purtroppo, l'episodio ai danni del primo cittadino di Sternatia giunge dopo un altro, grave fatto intimidatorio: quello scoperto ad aprile, a Parabita. In quell'occasione, delle lettere di minacce rivolte ai commissari prefettizi, sono state recapitate al municipio assieme a dei manifesti funebri a uno dei candidati sindaci, che ha poi preferito rinunciare alla partecipazione alla campagna elettorale. Dopo quel fatto, era stata convocata una riunione straordinaria tra commissari, forze dell'ordine e prefetto, per garantire il corretto svolgimento delle elezioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

  • Salento in lutto per la perdita di Luigi Russo, protagonista di lotte per ambiente e diritti

Torna su
LeccePrima è in caricamento