Dissequestrata la piscina del lido: era lì da anni e ogni reato è prescritto

Tolti i sigilli alla struttura nella marina di Torre San Giovanni. Sul posto si erano recati i militari della guardia costiera

TORRE SAN GIOVANNI – E’ stata dissequestrata la piscina del Lido Pazze di Torre San Giovanni, marina di Ugento. Motiivo? E' lì da tanto di quel tempo che orami ogni reato può dirsi prescritto. Il pubblico ministero Antonio Negro ha quindi accolto l’istanza inviata per conto dell’amministratore unico della società che gestisce il lido dagli avvocati Rocco Vincenti e Andrea Sticchi Damiani.

La mattina del 5 luglio scorso si erano recati, sul posto, i militari dell’Ufficio locale marittimo, sotto il coordinamento della Capitaneria di porto gallipolina, contestando le ipotesi di innovazioni non autorizzate e di occupazione abusiva di uno specchio d’acqua davanti al lido.

In sostanza la piscina, di 50 metri quadri, alimentata con acqua prelevata direttamente dal mare per mezzo di un sistema di pompe elettriche, era stata ritenuta installata abusivamente sull’area demaniale. Nel contesto era stata anche contestata l’esistenza di una passerella per l’accesso al mare, non autorizzata.

Per quest’ultima, il pm aveva già concesso nei giorni corsi la possibilità di una rimozione. Per quanto riguarda la piscina, ha invece chiuso la vicenda nei giorni scoris, considerando che ogni reato appare prescritto. Come hanno fatto notare i legali, infatti, esibendo anche otto fotografie e documentazione, la piscina esiste da molti anni. Almeno dal 2009. Da qui, l’inevitabile revoca del sequestro, accogliendo le tesi degli avvocati Vincenti e Sticchi Damiani. Il dissequestro è stato effettuato oggi dagli stessi militari dell'Ufficio locale marittimo di Torre San Giovanni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro fra auto e bici, un volo di 10 metri. Muore infermiera 32enne

  • Cade dal cestello durante la potatura degli alberi. Muore operaio di 49anni

  • Assunzioni in Sanitaservice: pubblicato il bando per 159 posti

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • In un casolare un fucile con matricola abrasa, cocaina ed eroina: 25enne in arresto

Torna su
LeccePrima è in caricamento