Maglie e Gallipoli, controlli sulle strade e scatta una raffica di denunce

Molto lavoro in questi giorni per i militari delle due compagnie e delle stazioni dipendenti. Tante le patenti ritirate

LECCE – E’ terminato con una serie di denunce un controllo a largo raggio messo in atto dai carabinieri della compagnia di Maglie nel territorio di loro competenza. Per due giorni, i militari hanno battuto le principali artiere stradali, effettuando anche perquisizioni. Nel corso di una di queste, a Maglie, un uomo è stato trovato in possesso di un coltello, nascosto nell’auto, di cui non ha dato giustificazione. L’arma bianca è stata sequestrata e lui denunciato. Identica cosa è accaduta anche a Corigliano d’Otranto.

Altri sette automobilisti, invece, sono stati denunciati per guida in stato d’ebbrezza, avendo oltrepassato la soglia per la quale scatta il penale. In cinque, invece, hanno subito la stessa sorte (quindi, anche con ritiro della patente) per guida, in questo caso, sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, verificata dopo accertamenti sanitari. In altri sette casi, invece, la denuncia è scattata perché i conducenti dei veicoli si sono rifiutati di sottoporsi ai test.

I controlli, nel caso di Maglie, risalgono alle giornate di ieri e oggi mentre sono dei giorni scorsi quelli dei carabinieri della compagnia di Gallipoli. Anche qui, numerose denunce: un episodio riguarda, nella Città Bella, il porto abusivo di armi (tre coltelli, di cui due con lama lunga 33 centimetri e uno 18). Un altro, una situazione di lavoro nero, a Cutrofiano, dov’è stato occupato senza contratto regolare un operaio di nazionalità extracomunitaria, peraltro privo di permesso soggiorno.

Altre denunce riguardano un caso di combustione illecita di rifiuti, a Copertino, dove un uomo è stato sorpreso a incendiare sterpaglie e materiale plastico in un terreno agricolo di sua proprietà, tre episodi di evasione dai domiciliari (soggetti non trovati in casa durante i controlli), ma anche un furto di energia elettrica: durante accertamenti svolti con personale di Enel Distribuzione, è emerso che un uomo da circa quattro anni aveva manomesso il contatore di casa.

Ancora: tre denunce per utilizzo di una scheda smart card ad uso domestico per la visione di programmi su reti Sky in un circolo (apparecchiatura sequestrata), un episodio di truffa (900 euro incassati per la vendita di una Vespa 50 inesistente) e, infine, tre casi di guida in stato di ebbrezza alcolica e un altro di guida sotto influenza di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento