menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Maltrattamenti in famiglia davanti ai bimbi: il gip lo allontana da casa

Convalidato l'arresto del 24enne di origine brasiliana ma residente a Taurisano, e disposta nel la misura dell'allontanamento dalla casa familiare, in sostituzione dai domiciliari. Era stato arrestato dalla polizia dopo l'ennesimo pestaggio ai danni della compagna

LECCE – Il gip Vincenzo Brancato ha convalidato l’arresto di J.M., 24enne di origine brasiliana ma residente a Taurisano, e disposto nel contempo la misura dell’allontanamento dalla casa familiare, in sostituzione dai domiciliari ai quali era stato sottoposto in prima istanza. Qualora dovesse trasgredire le misure, rischierebbe di finire in guai più grossi.

Il giovane è stato fermato nei giorni scorsi dagli agenti di polizia del commissariato di Taurisano. A quanto pare, non sarebbe stato nuovo a maltrattamenti ai danni della malcapitata convivente, peraltro noncurante della presenza costante dei due figli minorenni.

Botte, minacce e insulti sarebbero stati dunque la normalità in quell’abitazione. Un clima di terrore interrotto sono grazie all’intervento degli agenti di polizia diretti dal vicequestore aggiunto Salvatore Federico. Al culmine dell’ennesimo episodio di violenza, la donna ha chiamato il 113, denunciando un’aggressione fisica e verbale nei suoi confronti: schiaffi, minacce di morte e strattonai, tanto da farla cadere e urtare con violenza la testa contro il muro, provocandole lesioni giudicate guaribili in sette giorni.

Anche due agenti hanno fatto le spese della sfuriata del giovane. L’hanno bloccato, ma non senza qualche problema, tanto da subire a loro volta lievi lesioni con prognosi di sette giorni. Il 24enne, che ha precedenti alle spalle anche per reati contro il patrimonio, rispondeva in questo caso di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

Potrebbe interessarti

Commenti (3)

  • Nn capisco perché nn si debba mettere la foto essendo maggiorenne abbiamo diritto di salvaguardarci da questi individui è giusto che tutti quelli di lecceprima lo debbano vedere

  • Per estradarlo nel suo paese cosa si aspetta, che compia un omicidio? Di violenti, abbiamo già i nostri da "assistere" non mi sembra opportuno caricarci di gente che non gradisce la nostra ospitalità. Rimandarli al mittente contribuirebbe a sfoltire le nostre prigioni.

  • Nn più di 1 settimana e starà mi ci gioco 1000euro

Più letti della settimana

  • Incidenti stradali

    Si scontra con la moto sul furgone, muore sul colpo un 46enne

  • Cronaca

    Traffico di droga fra le province di Brindisi e Lecce, quarantotto indagati

  • Incidenti stradali

    Moto da cross sotto un camion, ragazzo in prognosi riservata

  • Incidenti stradali

    Muore poche ore dopo l'incidente nel mercoledì nero lungo le strade

Torna su