Manifesti elettorali, è caos a Matino

Scontro fra il sindaco ed il comitato "Né servi né padroni"

A Matino scoppia il caos sui manifesti elettorali. Tre sono le liste in corsa per l'elezione del Consiglio comunale. Una rappresentante il centrodestra, l'altra il centrosinistra ed una popolare, né di destra né di sinistra. Quest'ultima lista, denominata "Né servi né padroni", pare sia l'ago della bilancia. Al punto che, giorni fa, un manifesto programmatico ha creato un vero scalpore nel paese, accendendo una vivace polemica.

Secondo il sindaco il manifesto sarebbe abusivo e per questo motivo avrebbe movimentato i vigili urbani. Antonio Maselli, del comitato di "Né servi né padroni" ha replicato sostenendo "che il fatto non corrisponde a vero, tant'è che tuttora i manifesti sono regolarmente affissi".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In tema di liberalizzazioni che vanno da destra a sinistra nell'arco politico italiano - ha proseguito Maselli - la legge di mercato della concorrenza è applicabile anche in politica e lo stesso manifesto è legittimo sia nella forma che nella sostanza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Positiva prima di un day service ambulatoriale: nuovo caso Covid-19 nel Salento

  • Oltre un chilo di eroina, quasi mezzo di cocaina, tre pistole: in manette 35enne

  • Paura sulla tangenziale: ragazza perde il controllo e finisce sul guardrail

  • Attende una donna conosciuta online, si ritrova i rapinatori in casa: denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento