Controlli antidroga e sulla prostituzione, scattano sequestri e sanzioni

A Gallipoli diversi interventi delle volanti. Ancora marijuana vicino alla stazione. Alcune donne identificate sulla 101

GALLIPOLI – Continuano i controlli antidroga del commissariato di polizia di Gallipoli, che già nei giorni scorsi si erano concentrati, in particolare, nei ressi della stazione ferroviaria. Gli agenti della squadra volanti, nelle sere scorse, hanno così fermato e controllato due giovani. Sono stati trovati in possesso di marijuana.

Uno di loro, un 21enne gallipolino, era in compagnia con altri coetanei nei pressi di un bar. Aveva circa 1 grammo di “erba”, conservata in una bustina di plastica trasparente.

L’altro, un 20enne gambiano, titolare di permesso di soggiorno per lavoro autonomo, ha cercato di eludere il controllo dei poliziotti effettuato nei pressi della stazione. Gli agenti lo hanno comunque bloccato e dalla perquisizione personale, nascosti nell’elastico dei pantaloni, hanno rinvenuto oltre 3 grammi di marijuana.

In entrambi i casi, sono scattate segnalazioni al prefetto di Lecce per uso personale. La sostanza è stata sequestrata.  

Sempre gli agenti della squadra volanti di Gallipoli, poi, nel corso di un controllo a contrasto del reato di sfruttamento della prostituzione, hanno identificato alcuni giovani donne dell’Est europeo, in atteggiamenti inequivocabili. Erano sulla strada statale 101. Un 55enne di un comune vicino Gallipoli, trovato in compagnia di una di queste donne, è stato sanzionato per scadenza della revisione dell’auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

  • Buco sul muro del negozio di abbigliamento nel centro commerciale: il furto fallisce

  • Violentò la figlia e nacque una bambina: il padre condannato a 30 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento