Individuate due discariche a cielo aperto: scattano i sequestri dei terreni

La prima area, grande circa 2.500 metri quadrati, si trova alle spalle del nuovo cimitero comunale, nei pressi della linea ferroviaria a poche centinaia di metri dalla stazione Fse; il secondo terreno terreno in località Sant'Eleuterio

MATINO – Due discariche a cielo aperto, dove era stato abbandonato di tutto, dai vecchi pneumatici, all’eternit, dal materiale di risulta a pezzi di auto. Le hanno individuare i carabinieri della stazione locale, che hanno posto sotto sequestro i due appezzamenti e avviato le indagini per risalire ai proprietari dei terreni. Nel frattempo, sempre i militari, segnaleranno le discariche agli enti preposti per la bonifica delle zone.

La prima area, grande circa 2.500 metri quadrati si trova alle spalle del  nuovo cimitero comunale, nei pressi della linea ferroviaria a poche centinaia di metri dalla stazione Fse, mentre il secondo terreno, grande circa 55 metri quadrati, è nei pressi della strada vicinale Nardò – Casarano, in località Sant’Eleuterio.  

Ai militari infatti, da qualche giorno erano stati segnalati, proprio nei pressi di queste due aree, degli scarichi abusivi di materiali di risulta, igienici, eternit, paraurti di autovetture e pneumatici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

Torna su
LeccePrima è in caricamento