Fiamme in una fabbrica di nocciolino, mattinata di paura

L'incendio nella "Susca Giovanni Sas", sulla via per Scorrano. Sul posto vigili del fuoco da Maglie e Lecce, carabinieri e polizia. Si esclude la matrice dolosa. A fuoco materiali di scarto e alcune attrezzature nel capannone

 

SUPERSANO – Un vasto incendio è divampato questa mattina all’interno di una fabbrica che produce nocciolino, colpendo, all’interno, una parte del capannone, per il quale si dovrà valutare l’agibilità. Le fiamme sono scoppiate in un orario imprecisato e i motivi sono ancora al vaglio di vigili del fuoco e forze dell’ordine. 
Le chiamate di soccorso sono partite intorno alle 8,30, quando dal sito, che sorge a Supersano, sulla via per Scorrano, si è innalzata alta nel cielo una colonna scura di fumo, ben visibile anche a distanza, sulla provinciale e dintorni. Il titolare dell’azienda, la “Susca Giovanni Sas”, non ha saputo fornire ai carabinieri dipendenti dalla compagnia di Casarano e agli agenti di polizia del commissariato di Taurisano particolari sulla dinamica, escludendo comunque il fatto doloso, non avendo mai ricevuto minacce e intimidazioni, e propendendo più sulle cause accidentali. Forse, un’autocombustione di materiali all’interno, che sono infiammabili. Un fatto probabilmente dovuto alla temperatura interna e alla situazione climatica esterna.
L’azienda, infatti, è specializzata nella produzione di sansa di oliva per riscaldamento domestico e usi industriali. Certo è che l’incendio s’è rivelato piuttosto grosso, tanto da aver danneggiato l’impianto elettrico, parte del nastro trasportatore e diversi scarti della lavorazione. 
I primi a intervenire sono stati i vigili del fuoco del distaccamento di Maglie, che hanno richiesto supporto ai colleghi di Lecce, giunti a loro volta con l’autobotte. L’intervento per spegnere del tutto le fiamme è durato diverse ore. Dopo, s'è provedduto alla bonifica. Dal sopralluogo sembra che i macchinari non abbiano manifestato difetti, avvalorando la tesi dell'autocombustione. Da quantificare i danni. 

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento