“Shopping" notturno da 60mila euro: banda della Bmw svaligia il negozio Magritte

Ladri hanno messo a segno una spaccata, ai danni della nota rivendita di capi di abbigliamento. Il colpo in uno dei punti più centrali della città

Il vetro mandato in frantumi

LECCE  - Volti coperti, guanti in lattice per non lasciare tracce e persino una targa probabilmente finta apposta sulla Bmw Serie 5. In questo modo la banda di ladri, nel cuore della notte, ha svaligiato il noto negozio di abbigliamento “Magritte” nel centro di Lecce, al civico 35 di via Braccio Martello. Intorno alle 3,50, infatti, quattro individui  incappucciati da passamontagna,  hanno messo a segno il colpo che ha fruttato loro un bottino da almeno 60mila euro. Somma che, nel corso delle ore e al termine dell’inventario, potrebbe essere destinata ad aumentare. 

Muniti di due mazze sottili, simili a quei martelli lunghi utilizzati dai muratori, hanno mandato in frantumi il vetro della porta principale, esposta peraltro in un punto di passaggio. Le videocamere che hanno immortalato i quattro ladri, li ritraggono mentre, dotati di tre cesti in plastica, simili a quelli per il trasporto del pane, danno vita a un viavai dall’interno del negozio fino alla vettura. Caricati i tre contenitori con almeno un migliaio di polo maschili dai marchi prestigiosi, e circa 500 pantaloni e jeans griffati, si sono dileguati dopo il furto-lampo.

IMG_2166-3Quando hanno sfondato l’infisso, il sistema di allarme si è immediatamente attivato, collegandosi con l’istituto di vigilanza privata. Ma la banda ha avuto tutto il tempo necessario di portare a termine il proprio piano. Sul posto, allertato dalle stesse guardie giurate, è intervenuto il proprietario, assieme agli agenti di polizia della sezione volanti. Il personale della questura, aiutato da quello della scientifica, ha eseguito un sopralluogo interno, alla ricerca di tracce evidenti lasciate dai malviventi. Il dato investigativo certo, almeno al momento, lo hanno fornito i fotogrammi del sistema di videosorveglianza.

Dalle immagini visionate in un primo momento, infatti, oltre al modello della vettura e al dettaglio della targa ancora da chiarire, si notano i quattro componenti del gruppo agire con i guanti in lattice, tipo quelli usati dai medici. Per tipologia, e “Professionalità”, si tratta di un fatto di cronaca che ricorda un’altra, recente spaccata. Nella notte tra il 28 e il 29 marzo scorso, infatti, un’altra banda, a bordo id una Mercedes, ha eseguito una razzia di gioielli in una rivendita del centro di Lecce. A poche decine di metri di distanza dal negozio colpito oggi. Anche in quell’occasione, la banda era composta da quattro malviventi che, intorno alle 4, hanno “ripulito” i locali di “Oro Idea” appartenenti a Mauro giordano, il candidato regionale di “Noi con Salvini”. Un’azione che ha fruttato loro un tesoro da circa 250mila euro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento