homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ladri “ambientalisti” nell’oasi Wwf: anche trattore e mezzo antincendio nel bottino da 200mila euro

Bottino da capogiro per gli autori del furto messo a segno ai danni del magazzino dell'oasi "Le Cesine", a Vernole. Hanno portato via, oltre ai due veicoli, anche numerosi attrezzi agricoli utilizzati anche da Arif. Indagano i carabinieri della stazione locale e della compagnia di Lecce

Il deposito svaigiato nella notte

VERNOLE – L'incubo furti travolge anche le aree protette. Un maxi colpo da 200mila euro è stato infatti messo a segno ai danni della masseria "Cesine", adibita a centro visite dell'oasi del Wwf e anche sede operativa di Arif Puglia, in agro di Vernole. Malviventi, nella notte, hanno “ripulito” il magazzino che custodiva attrezzi da lavoro, macchine da lavoro e un mezzo antincendio, per un valore da capogiro che si aggira attorno ai 200mila euro.

Dopo aver manomesso la serratura della porta metallica posta a protezione del deposito, i ladri hanno messo a segno una vera e propria razzia: sono fuggiti con un trattore, un fuoristrada Range Rover e numerosi altri attrezzi agricoli. I due mezzi, e il resto della refurtiva, sono quelli utilizzati dal personale di Arif Puglia, l’Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali.

I ladri, che ogni probabilità avevano familiarità con la zona, tanto da essere al corrente dell’assenza di videocamere, hanno agito con estrema discrezione dato il punto  isolato dell’area. Sono riusciti a impossessarsi, nonostante il sistema di allarme, anche di alcune taniche di gasolio, una macchina tagliaerba, una falciatrice, una biotritatrice e tanti attrezzi attrezzi agricoli di ingente valore. Sul posto, una volta scoperto l’accaduto, sono giunti i carabinieri della stazione di Vernole, assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce, guidata dal maggiore Pasquale Carnevale.

Complessa l’attività investigativa, avviata sin dai primi istanti: i militari dell’Arma stanno cercando di recuperare i filmati dei circuiti di videosorveglianza installati  lungo il litorale adriatico che costeggia l’area protetta, per cercare di dare al più presto un volto agli autori: si tratta di professionisti e conoscitori del luogo, tanto da essere riusciti a portare via persino un trattore e il suv.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • ladri? per come hanno agito credo lavorino proprio li di giorno..

  • questi ladri secondo me è visto quello che hanno rubato vogliono mettersi a lavorare la terra,lasciateli fare i contadini mi raccomando.

  • peccato!!!!! quanta criminalità ci sta in giro

  • Un bottino da 200 mila euro e quel magazzino è incustodito ?!?!?roba da matti oh!!!!

  • prevenzione niente eh?! ( e pensare che qualche "capra" ha pure fatto -in altri articoli dei giorni scorsi- dell'ironia su questa mia riflessione)

    • manderemo le nostre truppe a stazionare anche li. Tanto le forze dell'ordine abbondano in questa regione. Può riprendere il discorso al bar, il livello è quello.

  • Quando capirete che tutte le attività e le zone appetibili di varia natura per i delinquenti hanno bisogno di sistemi di allarme e telecamere funzionanti e tecnologicamente avanzati, convinciamoci che con la giustizia italiana inesistente è meglio organizzare furti, rapine e altro, tanto anche se riescono a prenderti non succede niente, se ti va male ti danno i domiciliari. Complimenti Italia.

    • ti mettono anche i contributi per la pensione...

    • Mi pare strano che in questi tempi moderni non sia stato predisposto un impianto d'allarme a difesa di Beni con valore tutt altro che esiguo

      • mi pare di aver letto "nonostante il sistema di allarme"

        • Gia' non av letto bene ma e' antiquato evidentemente ....da anni esistono allarmi che sono collegati ad un celluare che fa partire subito l'avviso al proprietario poi c'e' anche la possibilita' di far scattare un impianto a fog

  • Bei tempi quando i giornalisti di nera locale sudavano le classiche sette camicie per reperire una notizia. Adesso hanno purtroppo l'imbarazzo della scelta, nonostante qualcuno afferma che rientriamo nella media, ma quale media?

  • Sorte noscia.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Un malore durante lo snorkeling non gli lascia scampo: 77enne perde la vita

  • Cronaca

    Rubano vini per la festa di Santa Domenica: via con bottiglie per 30mila euro

  • Cronaca

    Schianto in curva contro il muretto a secco: grave una 24enne

  • Cronaca

    Minaccia il capotreno e aggredisce due carabinieri: arrestato 19enne

I più letti della settimana

  • Testacoda e schianto in galleria contro la colonnina degli estintori

  • Tragedia nella pineta di Orte, 43enne trovata impiccata ad un albero

  • Oltre duemila ricci pescati nella riserva marina: denunciati in tre

  • I turisti della Le Lyrial salutano Otranto dalla nave. Il sindaco va su tutte le furie

  • Schianto in curva contro il muretto a secco: grave una 24enne

  • Dopo il maxi arsenale trovato nella masseria scattano le manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento