Maxi sequestro di marijuana a San Silvestro, arrestati i due scafisti

Un gommone con oltre 600 chili di marijuana è stato intercettato al largo di San Cataldo dopo un inseguimento con le unità del Reparto operativo aeronavale delle fiamme gialle

LECCE – Ancora un maxi sequestro di droga nel Canale d’Otranto, lungo la rotta che dall’Albania conduce alle coste salentine. Gli scafisti hanno scelto l’ultimo giorno dell’anno per provare a sbarcare il prezioso carico di droga. Le festività di Capodanno non hanno dunque scoraggiato i trafficanti, ma neanche gli uomini delle fiamme gialle territoriali e aeronavali che continuano incessantemente a pattugliare le coste pugliesi.

Verso le 20 le unità aeronavali della Guardia di finanza, impegnate in una ordinaria missione finalizzata alla sorveglianza delle Frontiere e al contrasto dei traffici illeciti perpetrati via mare, hanno avvistato un’imbarcazione visibilmente carica di sostanza stupefacente che si dirigeva verso le coste italiane.

Le imbarcazioni della Guardia di finanza, impegnati anche nell’operazione “Triton2017” dell’Agenzia Frontex, sono state indirizzate verso l’obiettivo al largo della costa salentina. I militari a bordo di due unità velocissime del Reparto operativo aeronavale di Bari, hanno intimato l’alt ai trafficanti, che hanno cercato di darsi alla fuga aumentando la velocità verso il largo, nonostante il grosso carico trasportato sul piccolo natante. E’ iniziato, quindi, un inseguimento, che si è concluso poco dopo, con l’abbordaggio dell’imbarcazione da parte degli uomini delle fiamme gialle a poche miglia al largo di San Cataldo.

Video: l'operazione in mare

Il natante utilizzato dai due scafisti, un gommone lungo 6 metri, con un motore fuoribordo, è stato condotto nel porto di Otranto. A bordo sono stati rinvenuti 41 colli di varie dimensioni dal peso complessivo di oltre 605 chilogrammi di marijuana, che avrebbero fruttato al mercato clandestino oltre 6 milioni di euro. La droga è stata sottoposta a sequestro. Gli scafisti, D. A., 37 anni, brindisino e G.A. 54 anni, di Valona, sono stati arrestati per detenzione e traffico internazionale di stupefacenti e posti a disposizione della competente autorità giudiziaria.

Preziosa, ancora una volta, la ormai stabile collaborazione operativa ed investigativa tra le fiamme gialle e le autorità di polizia albanesi, tramite il Nucleo di frontiera marittima della Guardia di finanza di stanza a Durazzo.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Vino adulterato: undici arresti e quattro aziende sequestrate dal Nas

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento