Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

Tragedia sfiorata nel pomeriggio nei pressi dell'aviosuperficie Sant'Andrea, nelle campagne di Melendugno. Escoriazioni per pilota e passeggero

MELENDUGNO – L’aereo, un piccolo ultraleggero biposto, era appena decollato. Ma tutto è andato storto, fin dalle prime fasi. Un’avaria, o qualche altro fattore? Forse solo le indagini chiariranno i dettagli. Certo è che la tragedia, questa volta, è stata solo sfiorata. Se l’impatto su quel robusto muretto a secco fosse stato frontale o, comunque, più netto, probabilmente l’epilogo sarebbe stato ben altro.

Una porzione della parete, infatti, s’è staccata, ma i due a bordo, dall’ultraleggero malconcio, ne sono usciti sulle proprie gambe. Chi era a terra, che probabilmente aveva temuto anche il peggio nei primi istanti, osservando lo schianto da lontano, a quel punto ha potuto tirare un sospiro di sollievo. Il pilota, un 72enne di Brindisi, e il passeggero, un 65enne di Bari, hanno riportato solo qualche escoriazione. Talmente lievi le ferite, che non hanno nemmeno voluto farsi trasportare in ospedale.

Sono stati, però, attimi di forte tensione quelli vissuti poco dopo le 17 di oggi nelle campagne di Melendugno, nei pressi dell’aviosuperficie Sant’Andrea di contrada Giammarino, tra la frazione di Borgagne e la marina di Torre Sant’Andrea. Il velivolo si era appena innalzato dalla pista, quando è subentrato il problema che ne ha determinato la brusca ridiscesa.

Oltrepassata la recinzione di tufo che delimita l’area del campo di volo da un’abitazione, sorvolato il tetto di questa, diversi metri più avanti è avvenuto lo schianto, contro il muro perimetrale dell’ampio giardino. La manovra d’emergenza, messa in atto all’improvviso per cercare di atterrare nel campo circostante, in qualche modo è riuscita, se è vero che, nonostante i danni all’apparecchio e al tramezzo, i due a bordo sono ne usciti sostanzialmente incolumi. E più di qualcuno non ha potuto davvero fare a meno di notare che proprio oggi si venera San Giuseppe da Copertino, il Santo dei Voli. Riconosciuto come protettore, fra gli altri, proprio di aviatori e passeggeri di aerei.

Ovviamente, sono subito stati composti i numeri d’emergenza e sul posto, un luogo noto fra gli appassionati (vi è una scuola di volo da diporto e sportivo), sono arrivati in breve gli operatori del 118, una squadra di vigili del fuoco e carabinieri. I due malcapitati sono giusto stati medicati sul posto. Nulla di serio. Forse, più forte è stato lo choc per quanto avvenuto. L’aereo, nel frattempo, è stato sequestrato. Saranno svolti tutti gli accertamenti del caso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

Torna su
LeccePrima è in caricamento