Finanza intercetta una barca a vela con migranti al largo delle coste

Il gruppo è poi sbarcato nel porto di Otranto. Accertamenti in corso su due possibili scafisti. Fra i trasportati anche una madre con figlia minorenne

OTRANTO – Non si ferma l’ondata di sbarchi spontanei sulle coste salentine. Un nuovo veliero con diciassette stranieri a bordo (due coloro che sono sospettati di essere gli scafisti) è stato intercettato nel corso della notte al largo delle coste da un pattugliatore del Reparto aeronavale della guardia di finanza. Si trovava in corrispondenza di Tricase, quando i finanzieri l’hanno abbordato.

Nel frattempo, è stata avvisata la Prefettura, che ha disposto il piano per la gestione dell’emergenza. A mezzanotte circa, la richiesta d’intervento alla Croce rossa italiana di Lecce che ha inviato uomini e mezzi verso il porto di Otranto, dove si è stabilito di far attraccare l’imbarcazione.  

A bordo c’erano persone di nazionalità curda, iraniana e irachena. Dodici gli uomini, due le donne, fra queste anche una madre che nel lungo viaggio in cerca di una nuova vita, ha portato con sé la figlia minorenne. Su altri due, che potrebbero essere coloro che hanno condotto l’imbarcazione, nel tentativo di raggiungere qualche punto sulle coste e sbarcare i migranti, sono in corso gli accertamenti del pool antimmigrazione della Procura.

WhatsApp Image 2019-08-11 at 07.30.24-2

Arrivati in porto all’una e mezzo circa, i migranti sono stati assistiti dal medico Usmaf-Cri e dagli altri operatori volontari della Croce rossa, prima del trasferimento presso il centro d’accoglienza “Don Tonino Bello”.

Quello avvenuto nella notte è solo l’ultimo in ordine di tempo di una serie di sbarchi che si stanno succedendo a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro. L’ottavo, a partire dai primi di luglio, l’ultimo dei quali appena il 6 agosto scorso a Santa Maria di Leuca. E la sensazione è che il fenomeno sia tutt’altro che esaurito: altre partenze verso l’estremo lembo d’Italia potrebbero avvenire anche nelle prossime settimane. 

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

Torna su
LeccePrima è in caricamento