Minacce all'ex convivente in stazione, la Polfer rintraccia uomo e coltello

Arrestato un montenegrino. La donna si è rivolto agli agenti dopo essere stata avvicinata nel sottopassaggio dal 40enne

LECCE – Un cittadino slavo di 40 anni è stato arrestato ieri pomeriggio dalla Polfer di Lecce, con l’accusa di aver minacciato nei pressi della stazione ferroviaria la sua ex convivente. L’uomo, originario del Montenegro, è ritenuto responsabile di atti persecutori aggravati e porto ingiustificato di coltello.

Gli agenti, durante un controllo, sono stati contattati da una viaggiatrice la quale li ha informati che poco prima, attraversando il sottopassaggio della stazione, era stata minacciata con un coltello dall’uomo, da lei ben conosciuto, visto fino a poco tempo prima avevano convissuto.

Gli agenti, avuta la descrizione dell’uomo, hanno iniziato le ricerche, rintracciandolo e ritrovando il coltello con cui in precedenza avrebbe minacciato la giovane donna. In seguito agli accertamenti è emerso che la giovane donna nel corso dei mesi aveva più volte subito minacce e aggressioni finalizzate ad indurre la vittima di stalking a riprendere la relazione sentimentale. Il cittadino slavo è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Lecce usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

Torna su
LeccePrima è in caricamento