Molestie continue alla ex nonostante la misura cautelare, patteggia

Ha patteggiato una condanna a due anni (pena sospesa) un 53enne di Acquatica accusato di aver molestato l'ex compagna con pedinamenti, minacce e decine di sms

LECCE – Molestie, minacce, pedinamenti e ingiurie nei confronti della ex, nonostante la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati della persona offesa. Una misura emessa dopo l’accusa di stalking ipotizzata dalla Procura nei confronti di C.D.P., 53enne di Acquarica, per aver molestato la donna, attendendola sotto casa e inviandole decine di sms minacciosi e ingiuriosi.

I comportamenti del 53enne erano comunque proseguiti, nonostante il divieto di avvicinamento, e un nuovo fascicolo era stato aperto nei suoi confronti (poi riunito al precedente). L’uomo, assistito dall’avvocato Francesco Spagnolo (che ha concordato la pena con il pubblico ministero), ha patteggiato una condanna a due anni (pena sospesa). Contestualmente alla sentenza di condanna è stata revocata la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati della persona offesa. Il 53enne dovrà risracire ciascuna delle parti civili con la somma di 1500 euro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Salvemini festeggia la vittoria, è il nuovo sindaco di Lecce

    • Politica

      Affluenza in calo: nel capoluogo meno 18 punti, Giliberti paga dazio

    • Politica

      A Casarano, Gianni Stefano centra il bis. Memmi si ferma al 39,4%

    • S.M. Leuca

      Finita l’era Coppola, a Palazzo Gallone entra Chiuri. Battuto Dell’Abate

    I più letti della settimana

    • Finto incidente con il trucco della pallina, due casi nel giro di poche ore

    • Serata di follia: entra nel negozio e appicca un incendio con benzina

    • In attesa in ospedale, si china e spunta pistola. In casa anche una carabina

    • Tenta di importare chili di cocaina: anche un 26enne salentino nel maxi blitz

    • Finti incidenti, ecco la tecnica: due testimonianze per prevenire la truffa

    • Scontro frontale sulla strada per il mare: muore una donna, gravi marito e figlio

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento