Multe a raffica per assenza di cinture e cinque patenti ritirare per alcool

I controlli effettuati dai carabinieri di Tricase. Un 28enne è stato denunciato perché portava in auto un coltello a serramanico

TRICASE – Cinque patenti ritirate per guida in stato d’ebbrezza alcolica e una denuncia per un giovane trovato con un coltello in auto. Nel corso della giornata di venerdì, i carabinieri della compagnia di Tricase hanno effettuato alcuni controlli lungo le strade di competenza, nel Capo di Leuca.

Fra i vari fermati, MG., 28enne di Tricase. I militari del Nucleo radiomobile hanno scoperto che il giovane aveva con sé un coltello illegale a serramanico, lungo 16 centimetri. Risponde di porto di armi od oggetti atti ad offendere. Il ritrovamento è stato fatto durante una perquisizione della sua autovettura. In altri quattro casi, invece, si è proceduto alla denuncia a piede libero per guida in stato d’ebbrezza. I conducenti dei veicoli avevano, infatti, tutti superato la soglia per la quale, oltre al ritiro della patente, scatta anche il deferimento. Una quinta patente è stata ritirata sempre per lo stesso motivo, ma con sanzione amministrativa.

Settantatré in tutto sono stati i mezzi controllati e 103 i soggetti identificati. Durante i pattugliamenti, sono state contestate anche ventisette contravvenzioni al codice della strada. Di queste, vale la pena citare le venti multe a carico di automobilisti per non aver usato le cinture di sicurezza. Altre due sanzioni per l’assenza di assicurazione e revisione. Infine, i carabinieri hanno verificato che fossero nelle rispettive abitazioni quattordici individue che si trovano ristretti ai domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzini abusati in un casolare, 69enne in carcere per pedofilia

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: imputati il padre e lo zio

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento