Nascosto nell'auto un fucile a canne mozze rubato, finisce ai domiciliari

Un 36enne di Copertino è stato arrestato dai carabinieri in flagranza di reato per ricettazione e porto illegale di armi alterate

LECCE – Viaggiava nella notte a bordo della sua Peugeot e alla vista di una pattuglia dei carabinieri della stazione di Porto Cesareo, ha provato una fuga tanto inutile quanto disperata. I militari lo hanno bloccato poco dopo, al termine di un breve inseguimento. La perquisizione dell’autovettura ha subito chiarito i motivi della fuga. L’uomo nascondeva un fucile sovrapposto marca “Franchi” calibro 12, con canne tagliate e calcio modificato, cinque cartucce e un coltello con lama in acciaio lunga 17 ANTONAZZO ALESSANDRO.-2centimetri. Dalle indagini è emerso che l’arma era stata rubata nel 2007 a Novoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alessandro Antonazzo, 36enne di Copertino già noto alle forze di polizia, è stato arrestato in flagranza di reato per ricettazione e porto illegale di armi alterate e condotto agli arresti domiciliari su disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Auto reimmatricolate in Italia con documenti falsi: un salentino nei guai

  • Malore mentre si trova in acqua: riportato a riva, ma ormai senza vita

  • Paura sulla tangenziale: ragazza perde il controllo e finisce sul guardrail

Torna su
LeccePrima è in caricamento