Natante alla deriva, quattro diportisti soccorsi e salvati dalla guardia costiera

I Militari hanno tratti in salvo le persone ed evitato che la barca subisse danni. Durante i controlli in mare sanzioni per 10mila euro

LECCE – Ha funzionato alla perfezione il piano predisposto a Ferragosto dalla Guardia Costiera di Gallipoli per prevenire e contrastare i comportamenti illeciti in mare e salvaguardare le vite umane. Complessivamente sono stati impiegati nove mezzi tra navali e pattuglie via terra, con una sola emergenza in mare a Torre Uluzzo. Quattro diportisti sono rimasti alla deriva con il proprio natante in prossimità della costa rocciosa della zona.

La richiesta di soccorso è stata subito raccolta da una delle motovedette già in mare nell’ambito del dispositivo, mentre una seconda è salpata dal porto di Gallipoli. I quattro diportisti, prossimi agli scogli, hanno abbandonato il natante riuscendo a risalire sulla costa mentre le motovedette hanno provveduto a mettere in sicurezza l’imbarcazione prima che potesse subire danneggiamenti a seguito di urti sugli scogli e, probabilmente, affondare all’interno di un’area sensibile quale quella del Parco regionale di Porto Selvaggio.

Il video: soccorsi e in salvo i malcapitati

Proseguono invece senza sosta i controlli sulle zone di mare riservate alla balneazione e, soprattutto, sugli accessi alle grotte interdette in quanto a rischio crolli da parte delle unità che effettuano trasporto passeggeri o di quelle utilizzate con la formula del noleggio. Quattro unità sono state sanzionate in quanto sorprese a navigare all’interno delle grotte, altre 22 sono state sanzionate per aver navigato in zone di mare riservate ai bagnanti e 2 sono state sanzionate per aver imbarcato un numero di persone superiore a quello previsto dalle certificazioni di bordo. Anche nella giornata di Ferragosto l’ammontare delle sanzioni amministrative supera i 10mila euro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento