Nei guai per due piante e alcuni grammi di marijuana, assolto in abbreviato

A un 37enne era contestata la detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il suo legale ha dimostrato la non punibilità del fatto

LECCE – Era finito nei guai ad agosto del 2016 dopo essere strato trovato in possesso di due piante di marijuana e circa 6 grammi e mezzo della stessa sostanza. I carabinieri, dopo aver sequestrato la sostanza stupefacente, avevano denunciato un 37enne di Tricase, D.D., per detenzione ai fini di spaccio.

Oggi il 37enne è stato giudicato con il rito abbreviato. Il gup del Tribunale di Lecce, Giovanni Gallo, lo ha assolto. Il suo legale, l’avvocato Tony Indino, ha evidenziato la particolare tenuità del fatto, oltre all’atteggiamento collaborativo dell’imputato, incensurato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzini abusati in un casolare, 69enne in carcere per pedofilia

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: imputati il padre e lo zio

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento