"Nel pollaio un grosso serpente a cibarsi di uova"

Davvero una curiosa e insolita segnalazione, quella di Massimo Giannetta, un giovane di Otranto. Al quale è capitata l'incredibile vicenda di scorgere un serpente di grosse dimensioni nel pollaio

25052009_002
Davvero una curiosa e insolita segnalazione, quella di Massimo Giannetta, un giovane di Otranto. Al quale è capitata l'incredibile vicenda di avvicinarsi al pollaio nei pressi della sua abitazione per raccogliere le uova, e trovarsi di fronte un grosso rettile, capitato lì chissà come. "Ieri - racconta in una mail inviata alla nostra redazione -, durante l'operazione quasi quotidiana della raccolta delle uova dal pollaio, con sorpresa ho trovato un rettile intento a cibarsi delle uova calde, calde appena sfornate". Insomma, le galline ci mettono del loro, arriva la serpe e si pappa tutto. "Ho provato a disturbarlo, facendo un po' di scompiglio per dissuaderlo dalla succulenta operazione - aggiunge Gianttetta -, ma questo ha estratto la testa dal ‘ristorante', facendosi cadere l'uovo che aveva in bocca, allargando il collo per mettermi paura, e scappando via da un buco alle spalle del pollaio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Forse si aspettava un serpentello, in realtà pare che fosse un animale davvero di grosse dimensioni. "Alla vista della sua lunghezza la mia schiena è stata a lungo percorsa da brividi - ricorda ancora -:, un esemplare di circa due metri con striature longitudinali rispetto al corpo, di colore giallo e grigio, come si evince dalle foto che ho allegato". A questo punto, una domanda, alla quale magari, osservando le immagini, qualche esperto potrebbe rispondere: "Vorrei cortesemente sapere se possibile, di che tipo di rettile si tratta, se è velenoso e se esiste nella nostra provincia un ente competente per la protezione di questi animali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Spaccio di stupefacenti, armi e rapine, in 23 davanti al giudice

  • Operazione “San Silvestro”, droga dall’Albania, scattano nove arresti

Torna su
LeccePrima è in caricamento