"Niente pullmino per mio figlio perchè autistico", ma il Comune smentisce

Il caso segnalato da una donna di Taurisano a "Le Iene". Oggi la replica dell'amministrazione: "Versione dei fatti non è reale"

LECCE – Si è rivolta alla trasmissione televisiva “Le Iene” per denunciare il caso del figlio di 5 anni, un bambino autistico con una disabilità psichica e comportamentale che, a suo dire, da due anni attende di avere un posto sul pullmino degli studenti che ogni giorno accompagna i bambini nelle scuole del paese. Secondo la madre del bimbo, che si occupa dei figli da sola, il Comune di Taurisano avrebbe disatteso la richiesta perché mancano i soldi per pagare un assistente. Una vera e propria battaglia quella condotta da Mariagrazia Manco, secondo cui a causare la discriminazione del figlio è la patologia di cui è affetto.

Oggi, però, con un comunicato ufficiale, il Comune di Taurisano ha smentito in maniera perentoria il presunto caso di discriminazione nei confronti del bimbo autistico, precisando che “quanto dichiarato non corrisponde assolutamente al reale accadimento dei fatti”. L’amministrazione di Taurisano evidenzia di aver garantito da subito “l’inserimento del minore nell’elenco degli aventi diritto al trasporto”, e che in alternativa la madre avrebbe potuto chiedere un contributo al Comune nel caso si fosse rivolta a un vettore privato, smentendo di aver mai riferito di una mancanza di fondi. La richiesta della donna sarebbe, inoltre, collegata al servizio di mensa che, spiega l’amministrazione, partirà il 14 novembre.

Il Comune di Taurisano ha inviato la nota anche a “Le Iene”, diffidandoli da mandare in onda il video in cui la signora denuncia il presunto caso di discriminazione nei confronti del figlio, invitando la redazione a contattare l’amministrazione per acquisire elementi e chiarire la vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzini abusati in un casolare, 69enne in carcere per pedofilia

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: imputati il padre e lo zio

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento