Presidio No Tap davanti alla sede della guardia costiera con materassino e paletta

Dopo l'ordinanza emanata giovedì, nel mare di San Foca si attende l'arrivo della Adhemar de Saint Venant al momento ferma nel porto di Brindisi

Una foto della manifestazione.

OTRANTO - Una rappresentanza del Movimento No Tap insieme ad alcuni amministratori di Melendugno, tra cui il Marco Potì, ha effettuato un sit-in davanti alla sede della guardia costiera, a Otranto. 

L'iniziativa fa seguito all'ordinanza, firmata dal locale ufficio circondariale marittimo, che interdice fino alla fine di dicembre alla navigazione, alla pesca e alla balneazione, un tratto di mare sul litorale nord di San Foca, sito individuato per l'approdo del gasdotto Tap. La realizzazione dell'opera è contestata dalla giunta di Melendugno, sostenuta da altri enti locali della zona, e da buona parte delle comunità locale. 

Durante il presidio sono stati sistemati per terra materassini, palette, secchielli - oltre agli striscioni delle varie anime del movimento - a testimoniare la violazione della normalità su quel pezzo di costa melendugnese. L'ordinanza è stata emanata in previsione dell'arrivo della nave Adhemar de Saint Venant che ha il compito di fissare sul fondale marino le palancole per sostenere il gasdotto. La nave si trova nel porto di Brindisi in attesa di ulteriori istruzioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Morì dopo lo scontro con un camion: due condanne

Torna su
LeccePrima è in caricamento