Il presidio No Tap si allarga e l'appello dei sindaci arriva a quota 94 firme

Pioggia e fango non rallentano l'organizzazione delle protesta. A San Basilio anche una delegazione di Sinistra Italiana e un gruppo di attivisti No Tav giunti dalla Val di Susa

Il gruppo di attivisti No Tav giunto a San Basilio.

SAN FOCA (Melendugno) – Arrivano a gruppi di decine di persone al presidio No Tap davanti al cantiere di San Basilio. Sono soprattutto giovani e si notano con più facilità rispetto ai giorni precedenti accenti diversi da quello salentino. La protesta contro il gasdotto assume una dimensione diversa: ci sono delegazioni da altre regioni, come la Campania, l'Abruzzo e la Val di Susa, dove è in corso una vasta mobilitazione contro l'Alta Velocità.

Dopo le partecipate manifestazioni di ieri, a San Foca e a Lecce, questa mattina pioggia e fango non hanno scoraggiato centinaia di attivisti mentre nell’area recintata della società i mezzi sono fermi. Non ci sono le forze dell’ordine mentre sono stati rinforzati dai manifestanti i blocchi di pietre per impedire un ritorno dei mezzi pesanti.

Nelle assemblee in corso, organizzate dal Comitato No Tap con la partecipazione di altre realtà che iniziano ad affluire sul posto si discute però della necessità di lasciare libero l’accesso per i contadini del posto e si danno direttive di “buona condotta” e di “sicurezza”: non gettare cicche e carte per terra, non fare video né fotografia.

Poco distante, davanti al cancello di ingresso del canitere, la parte politica e istituzionale della protesta. Intanto, l'elenco dei sndaci che hanno sottoscritto l'appello destinato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella è salito a 94 nomi, praticamente rappresentativi di tutta la provincia: mancano Galatina e Parabita, perché Comuni commissariati e Otranto che dovrebbe ospitare l'approdo di un altro gasdotto, il Poseidon, se mai dovesse farsi. 

Il sindaco Marco Potì, come tutte le mattine, è tornato di buon’ora a San Basilio. “L’adesione in questo momento è salita a 94 sindaci, ci sono diversi consiglieri regionali, parlamentari tar cui tutti quelli di Sinistra Italiana. Sta crescendo la consapevolezza della necessità di ascoltare le comunità”. Il riferimento è naturalmente alla lettera indirizzata al presidente della Repubblica e finalizzata alla sospensione delle attività e ad un passaggio tecnico e politico per individuare una soluzione diversa.

IMG_20170403_091558-3

Oggi a San Foca c’è anche c’è il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni. Assessore regionale della giunta Vendola mentre si è concretizzato l’approdo a San Foca del gasdotto, ha dichiarato che la Regione ha fatto il possibile per opporsi all'approdo a San Foca e ha invocato un’assunzione di responsabilità da parte di tutta la classe politica affinché l’opera non sia imposta contro la volontà del territorio. Si è fatta notare anche la presenza di Luca Casarini, già leader del movimento no global italiano e ora membro della direzione nazionale di Sinistra Italiana (qui l'intervista).

Il primo cittadino di Melendugno ha anche indicato il prossimo passaggio tecnico nel quale il fronte del no proverà a dare una direzione diversa all’iter: “Nella procedura di assoggettabilità a via chiederemo con la Regione credo e con altri portatori di interesse di riaprire l’iter di valutazione ambientale per tutta l’infrastruttura. Ci sono i tempi e i modi per trovare soluzioni più avanzate. Qualcuno pensa di proporre lo spostamento dell’approdo, qualcuno come me pensa all’opzione zero cioè che l’opera non si faccia proprio”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (122)

  • il Salento è un territorio che ha 1 sola possibilità di sviluppo.il turismo.cha va destagionalizzato e professionalizzato..bisogna tenere lontano qualunque cosa contrasti minimamente con questa opportunità...sopratutto il Tap .le compensazioni sono una bufala.c é lo insegnano i giacimenti in Basilicata.si parla di migliorare il targhet dei turisti che vengono in Salento.. cio contrasta totalmente con la costruzione del Tap..chi verrà nei prossimi 2 anni e vedrà cantieri tubi trivelle ecc. Non tornerà più...non è una questione di "no nel mio giordino" ma se ho un giardino di rose perché devo piantarci l edera? ...non elenco tutte le mostruosità che ha subito,anche per colpa della nostra indifferenza, il nostro territorio..ma meglio tardi che mai..però perseverare in unanpolotica distruttiva del territorio non è diabolico ma è da popolo stupido.Io vivo a Bologna e mi spiace non essere al fianco di chi sta difendendo,anche per me, la mia terra..sono grato al vostro sacrificio sono consapevole dei vostri sacrifici...so chemio a difendere quel pezzo della nostra terra c è gente con tanti problemi personali..mancanza di lavoro familiari ammalati eppure siete li a difendere un bene di tutti..invito i proTap a riflettere....buona lotta a tutti voi per un Salento migliore per un Salento più BELLO. Stefano

  • Taccaro, Giovanni e Marco: l'Ufficio Stampa di TAP! Rapidi, efficaci e compatti. Sono disponibili anche per advertising, eventi e comunicazione aziandale. Si prega di contattarli su Lecceprima, preferibilmente ore pasti (attenti che mangiano sempre però)

    • Non eri tu che volevi snocciolare numero ed argomentazioni? Già finite? Fatti una ragione,se serve pensare che io sia pagato da Tap,fai pure. D'altronde la paura che qualcuno possa informarsi davvero e passare tra i sostenitori di Tap è tanta. È necessario quindi screditare l'interlocutore,o almeno provarci. Detto questo,rassegnati. Ogni volta che verrà diffusa una falsità,io la contrasterò. Come faccio anche su molti altri argomenti su lecceprima. A rivederla alla prossima bufala

      • Non è il caso di rispondere alla stupidità umana! Prima di scrivere bisogna collegarsi con il cervello. Ma alcuni fanno fatica. Infatti l'unica cosa che si evince da quello che scrivono che se si è d'accordo con TAP si è al servizio di quella società. Non le passa minimamente per la testa che a prescindere dal nome della società che esegue il progetto, si può essere d'accordo con il progetto in se stesso, considerandola come una infrastruttura. Il progetto dico progetto, non uso il nome TAP, è stato approvato dal ministero dell'ambiente e anche la regione Puglia ha autorizzato alcune fasi del progetto di sua competenza. Sta di fatto che poi alcuni personaggi regionali e non che vogliono un pò di visibilità elettorale, si sono opposti a quello che già avevano deliberato o approvato. Penso anche che TAP abbia già un ben informato ufficio stampa in grado di rispondere ai dubbi dei poco informati. Comunque pensate quello che volete liberi di farlo e di vedere corruzione in tutto. Vi proporrei di andare a denunciare se avete dei fatti penalmente rilevanti, invece statevene tranquilli se è solo sentito dire.

    • Sine, hai ragione: siamo al soldo di TAP. Assodato questo, possiamo passare a discutere nel merito, visto che le domande non hanno ancora ricevuto risposte? Devo ammettere che c'è più soddisfazione a giocare a scacchi con un piccione, che tentare di discutere con voi...

      • Marco, fai poco lo spiritoso..... Le pulci falle al progetto della TAP (se ami questa terra) e non ai suoi oppositori! La presunzione di malafede e interesse speculativo non è certamente imputabile ai NO TAP.... fatti un esame di coscienza e schierati con i più deboli non con le multinazionali miliardarie!

        • La presunzione di colpevolezza,non c'è per nessuno! Ne da una parte,ne dall'altra

  • Scusa il refuso,attraverserà. Pensi che calerà il numero di turisti?

    • Taccaro parla di TAP, finiscila di arrampicarti sugli specchi. Parla della centrale di depressurizzazione, dei 50 chilometri di tubo fino a Mesagne, del 10mila ulivi espiantati, della NULLA ricaduta a favore dei salentini. Parla delle proteste in Grecia. Non cambiare discorso sempre, la gente se ne accorge! 12 ettari di centrale ... 12 ettari!!!! Parla di quanto TAP ha realizzato nel resto del percorso: NULLA fino ad adesso. Parla del progetto esecutivo di TAP che ancora non è stato approvato! Sei proprio il classico PRO-TAP: solo chiacchere e consenso remunerato!

      • Il recinto è grande 12 ettari, non la struttura. Questo per scongiurare eventuali danni in caso di incidente. Tali misure sono anche sottoposte ai vigili del fuoco e all'usl,che devono dare il loro assenso. I 50 km di tubo e i 10000 alberi eradicati E RIPRISTNATI , sono uguali alle centinaia di km attraversati per AQP e gasdotti più piccoli. Sul NULLA per quanto concerne la ricaduta,la colpa è TUTTA di chi si è opposto da vero duro (la tav non ha insegnato niente) , invece di trattare sulle compensazioni per il territorio....

      • Parliamo anche degli ettari di terreno sui quali si è speculato col fotovoltaico (a spese dei consumatori)? Delle migliaia di ulivi DEFINITIVAMENTE abbattuti per far posto ai pannelli, prodotti e venduti da multinazionali straniere? Parliamo del silenzio-assenso degli ambientalisti, difensori e paladini degli ulivi, sullo scempio perpetrato? Parliamo delle differenze di numeri tra le migliaia di "ettari fotovoltaici" e i miseri 12 ettari di TAP, che tra l'altro riguardano per la maggior parte strutture adibite a uffici? Parliamo del fatto che i cittadini non hanno gridato allo scempio, poiché mancava il pastore che li portava al pascolo tra i pannelli? Parliamo dell'ipocrisia e dell'ideologia che regna nel movimento di protesta al gasdotto? Parliamone.

        • Su questo non ti arriverà mai una risposta! Non gli è stato fatto il lavaggio e non sono stati imbeccati!!

  • Taccaro, tu che sei ben informato dalle veline svizzere: racconta a tutti cos'è la centrale di depressurizzazione! Dove la costruiscono e quanto è grande.... Andiamo, su.

  • Taccaromiceto, stai facendo una figura barbina... ti arrampichi sugli specchi con un rumore di unghie che arriva fino in Azerbaijan.... Brutto venire smentiti così clamorosamente, eh? Non rosicare e passa dalla parte della popolazione salentina!

    • Tu giochi sui cambi di nomi,legati ad un lavoro diviso in lotti, e sarei io quello che si arrampica? Risposte per ora 0. Quanto e come inquinerà la centrale di depressurizzazione? Ripeto QUANTO e COME? Lo ripeto ancora QUANTO e COME? Voglio dei valori espressi in cifre. L'area recintata sarà di 12 ettari,ma gli immobili all'interno saranno ben poca cosa (prova a negarlo con cifre ufficiali). I camini saranno alti circa 11 mt (come un palazzo di 3 piani più un seminterrato (prova a negarlo con cifre ufficiali) L'ipotetico rilascio di C02 dovute ad un'eccessiva pressurizzazione,sono paragonabili a poche decine di caldaie a gas (prova a negarlo con cifre ufficiali) La ppratica degli espianti di ulivi è ed è stata sempre applicata nel Salento,l'intervento più recente ed invasivo è stato fatto da AQP (prova a negarlo con dati ufficiali Dove ci sono gasdotti (Ibiza,Mazara del Vallo ecc) non c'è stato alcun calo di turisti a causa di terrorismo psicologico (prova a negarlo,con fonti ufficiali).

  • 1. La TAP attraversa solo Grecia, Albania e Italia. Nel resto del tracciato si tratta di un'altra opera: il TANAP. 2. E' falso che le proteste ci siano solo in Italia visto che un uguale movimento NO-TAP è presente anche in Grecia dove ancora non hanno nemmeno espropriato i terreni. 3. Solo in Azerbaijan e Turchia non ci sono per adesso movimenti di protesta (strano, eh.... che dite, le dittature c’entrano qualcosa?) 4. Il tunnel è tutt'altro che “micro” visto che il diametro del solo tubo è di un metro, più il tunnel di cemento, più lo scavo. 5. In Italia i chilometri non sono 8 ma almeno una cinquantina visto che occorre allacciare la TAP alla rete SNAM (comune di Mesagne) e pertanto dovrà attraversare mezzo Salento. 6. Gli alberi interessati nel percorso salentino saranno circa 10 mila (non 211). 7. I primi 211 alberi sradicati per il primo lotto non avevano la xylella. 8. La figura dei ridicoli la state facendo voi PRO-TAP trasmettendo all’esterno l’immagine dei salentini con la sveglia al collo e l’anello al naso pronti a ciucciarsi tutte le fandonie raccontate da una multinazionale svizzera......

    • TANAP è l'acronimo di Trans Anatolia Natural Gas Pipeline. TAP è l'acronimo di Trans Adriatic Pipeline Tutte e due i tratti fanno parte di un'unica opera, il cosiddetto corridoio Sud Entrambe le due Pipiline fanno parte dello stesso progetto. Per convogliare il gas dell?Azerbaijan bisogna aggiungere anche il tratto SCP. SCP è l'acronimo di Sud Caucaso Pipeline che attraversa Azerbaijan e Georgi per collegarsi a TANAP.. Per quanto riguarda gli stati autoritari o dittature ricordati che in Italia ci arriva già il gas Russo Libico ed Algerino. Il microtunnel ha un diametro esterno totale di soli 3 metri e non esiste nessuno scavo aggiuntivo. Questo per corretta info.

    • Sei sicuro che l'anello al naso non lo portiate voi che, come un gregge, vi fate legare al guinzaglio da pastori che vi portano al pascolo, ai quali importa esclusivamente mungervi il consenso elettorale? Se sapessi come vi stanno perculando nel resto d'Italia per le vostre sindromi NYMBY e complottare...

  • Con un percorso di quasi 4.000 chilometri, l’attraversamento di ben sette Paesi, dal Mar Caspio in Azerbaijan, in Georgia, in Turchia, in Grecia, in Albania, poi giunto in Italia, per 8 Km di micro-tunnel si scatenano gli ambientalisti. Gli altri sono tutti d'accordo ad abbattere alberi, attraversare fiumi, mari, monti campagne e coste, in Italia si blocca tutto per 211 alberi già interessati dalla xylella. Siamo diventati ridicoli e grotteschi agli occhi dell'Europa.

    • Pietro hai scritto tante di quelle falsità che mi è partito l'antivirus.....

      • Potrebbe scendere nel particolare delle falsità? Sui paesi attraversati? Sulla lunghezza del microtunnel? Sulla lunghezza totale dell'opera? Sia più chiaro se le riesce

        • Vedi sopra, furbone!

    • ....hai detto un sacco di cavolate. Ma puoi fare di meglio. Buscatela meju sta pagnotta!

    • Giovanni, ma tie l'ha lettu st'articolo? Parla di protesta "strana" e non dice perchè è strana. Sono dieci righe, una velina di TAP sen'alcun dato nè argomentazioni nè inchieste. Ridicolo come articolo. Quasi come i vostri commenti interessati.

      • Si dica ! Voi invece di argomentazioni ne avete tante invece come si evince dai vostri post. Avete fatto le barricate con le pietre dei muretti a secco, poi fate vedere una foto e dite che TAP distrugge i muretti a secco. Non dite però che alla fine dei lavori i muretti saranno ripristinati, non vi conviene.

        • ......ma sul formidabile articolo-velina non dici più niente?

  • Ma tutti gli integerrimi oppositori che fanno le pulci agli investitori, ai manager, ai fondi, alle società e alle tesorerie di TAP, dispensando percentuali di quote societarie giusto per poter dire "investitore sporco e cattivo!", si sono mai chiesti, ad esempio, che interessi ruotino intorno alla realizzazione dello smartphone o del PC che utilizzano per scrivere qui? O come vengano realizzati i loro bomber in piuma d'oca prodotti in Vietnam? O chi siano gli investitori dell'azienda che produce la loro lavatrice made in Turkey? No, non se lo sono mai chiesto e se ne fottono. Anzi, ben vengano i soldi sporchi, se possono comprare un prodotto ad un prezzo vantaggioso, risparmiando qualche quattrino! E' chiaro che gli ulivi e gli investitori sono solo pretesti per attaccare un'opera che non vogliono a prescindere, poichè a loro non entra in tasca nulla (almeno così credono). Anche se TAP avesse Greenpeace come maggior azionista, questi ipocriti troverebbero altri pretesti per contestare l'opera. Insomma, il loro movente nella protesta è riconducibile ad un egoismo all'ennesima potenza. Una sindrome NIMBY che camuffano con lo slogan paragnosta "né qui, né altrove".

    • Vabbè abbiamo capito, ti hanno proposto un posto di lavoro al TAP, dato che è evidente che non fai una mazza dalla mattina alla sera, visto che sei tutto il giorno a scrivere i tuoi pensieri profondi ed a replicare a tutti quelli che non la pensano come te...

      • Meglio farsi pagare, che farsi infinocchiare da chi cerca solo consenso...

      • Sì, parla appunto... Giusto per vendere qualche copia a quelli come te.

      • Per parlare di mafia ci vogliono le condanne, ed i giudici che indagano, o mi sbaglio oppure basta scrivere?

    • Marco, questo ragionamento non lo fanno più manco all'asilo.....

      • Vuoi dirmi che se hai la possibilità di acquistare un prodotto alla metà del prezzo della concorrenza, ti fai tutte le pippe mentali su chi ci guadagna e come e, quindi, opti per un altro prodotto che costa il doppio, nonostante faccia le stesse cose che fa il prodotto "eticamente scorretto"? Dai su, non ci credono neppure all'asilo!

        • Confermo, neanche all'asilo.

  • I sindaci dovrebbero tranquillizzare le popolazioni non fare i capopopolo

    • Giusta argomentazione, mah se i sindaci fanno il capopopolo hanno il mandato assicurato alle elezioni successive.

      • Giovanni, i sindaci hanno solo due mandati. La TAP invece ti assume a tempo indeterminato.....

        • Certo!, ma molti dopo non e che si ritirano a vita privato. Dopo il primo step di sindaco, poi se hai supportato delle lotte giuste o meno che siano, ti fai un bel serbatoio di voti che ti serviranno per la provincia, la regione, oppure con 10 amici leoni da tastiera, come dite voi, puoi essere eletto alla Camera o al Senato con lo stemma delle 5 stelle e la benedizione del comico.. Smentiscimi con serie argomentazioni, non con i soliti insulti.

  • il gasdotto sarà la rovina per la spiaggia di Sanfoca e di Melendugno...Le Vacanze estive sono fatte per rilassarsi, molti scelgono il Salento perchè c'e ancora un certo equilibrio tra la natura e l'uomo, il turista così come il residente non andrà mai a farsi il bagno in una zona "pericolosa".. non porterò mai mio figlio su quella spiaggia, non da senso di sicurezza, quindi tutto il turismo ne risentirà e parecchio, solo perché non siamo stati in grado di mantenere quell'equilibrio che ci ha fatti diventare la prima meta turistica Italiana. Aggiungo una cosa.. il gasdotto una volta approdato a melendugno dovrà poi farsi strada tra le campagne per 60 Km (arriverà a Mesagne in provincia di Brindisi), con tutte le problematiche che già sappiamo, Quindi perchè non farlo approdare direttamente a CERANO ????

    • La rovina per il turismo sono gli scarichi a mare, l'abusivismo, le sanguisughe salentine che spennano i turisti come polli, i rifiuti abbandonati e via dicendo, non certamente un tubo che passa 25 metri sotto la spiaggia. Ad Ibiza, dove passa un gasdotto, i turisti non sono spariti. Perchè dovrebbe accadere a San Foca?

      • quindi a quello che dici aggiungiamo le piattaforme nel bel mezzo dell'adriatico, le navi cargo per il trasporto delle condutture, gli scarti delle saldature, così potremo fare il bagno nell'acqua calda!

        • Preferisci le navi cisterna che trasportano gas e petrolio? Sai, l'alternativa al gasdotto, sono le navi cisterna...

  • Seguo con interesse l'evoluzione di tutta questa brutta storia, a tutti i " paesani salentini" andate a leggere l'articolo redatto dal giornalisti dell'Espresso BIONDALI e SISTI sul l'inchiesta TAP GLI AFFARI SPORCHI DEGLI UOMINI DEL GASDOTTO, dopo la lettura ti gireranno ancora più forte i c.............., la rabbia ti pervade e tutte le logiche si sgretolano, soluzione: nel passato ci sono state delle insurrezioni che hanno determinato radicali cambiamenti in uno Stato, i politici e quelli del Consiglio di Stato, associazione a delinquere di stampo mafioso, che sono stati comprati a suon di milioni di euro non gliene frega niente, inutile far questo casino , o si prendono delle iniziative pesanti o tutti a casa e buonanotte ai suonatori, con questa gente la legalità è nulla.

    • Nicola, l'avversione al gasdotto appartiene a tutti noi Salentini, come dimostra l'adesione alla protesta da parte di tutti i Sindaci della provincia di Lecce in rappresentanza dei cittadini. Tutti, tranne i quattro gatti (loro si, sono davvero non più di quattro) prezzolati da tap, che scrivono a favore del mafiodotto. Ma una cosa dev'essere chiara: L'UNICA OPZIONE POSSIBILE E' QUELLA NON VIOLENTA, che per altro è la sola ad avere chance di esito positivo. Mi raccomando, perchè gli sciacalli altro non aspettano. Non diamogli questa possibilità.

      • Ma che bravo! avete messo 4 cestini per la carta e non buttate per terra i mozziconi, Ma che bello come siete ecologisti, vorrei vedervi a Melendugno o alle marine dove buttate le carte. Scommetto che molte copie dell'espresso prima della pubblicazione dell'articolo rimanevano invendute, adesso sono tutte esaurite, stanno facendo le ristampe. Comunque perchè tutti i sindaci hanno firmato vuol dire che tutti i Salentini sono d'accordo con i no a tutto. Forse se non lo sa, molti cittadini non hanno votato il loro rispettivo sindaco, anche se il sindaco rappresenta tutta la cittadinanza. Comunque nonostante tutto quattro eravate e quattro rimanete. Ultimamente siete un pò cresciuti a dire il vero, avete fatto un po di importazioni qualcuno diciamo che fa gli espropri proletari non proprio molto legali.

      • Credici che hanno firmato perchè sono contrari a TAP,credici ahahhahahhaha. E Berlusconi ha trovato un milione di posti di lavoro...e le marmotte confezionavano la cioccolata.....

  • „"Attenzione,Attenzione!!! Marco L'Avatar, lu giuvanninu e 4-5 Taccareddhi sono in procinto di organizzare una grande e bellissima manifestazione Pro-Tap. DDamuli na manu

    • Ron! non sarai il cantante che si nasconde! Sempre ad insultare e cambiare nome perchè mi sa che ti cancelli e ti riscrivi per confondere. Ma la tua identità rimane sempre uguale si evince da quello che scrivi e come lo scrivi.

  • ... scusate ma potete spiegarmi che inquinamento porterebbe il gasdotto in questione??? una volta interrato il tubo non si potrebbero ripiantare ex novo i 250 alberi di ulivo e non la farsa di espiantare imbragare ripiantare temporaneamente poi espiantare e ripiantare gli stessi con esito di un assiccamento annunciato??. Tanto nel salento sono milioni gli alberi disseccati per xylella senza che "..nessuno " sia riuscito o abbia voluto trovare un argine al diffondersi della malattia ! di 250 in piu' non se ne accorgerebbe nessuno.. Dicono che il gas metano , a differenza dei combustibili fossili non inquina in tutti i sensi e costa di meno .ci piacciono le case riscaldate a gas d'inverno a costi decisamente inferiori a quelli del gasolio . allora cosa pretendiamo la botte piena e la moglie ubriaca? Al di la delle parole credo che i pericoli all'ambiente del nostro salento sia ben altri a cominciare dall'erosione costiera con la spianamento qua e la di tratti di arenile e distruzione di tratti di dune per ricavarne lidi balneari, per continuare con le discariche di rifiuti a cielo aperto disseminate tra sentieri e campagne che proprio a causa della suddetta xylella stanno subendo un progressivo abbandono con conseguente desertificazione. scusatemi ma credo bisognerebbe cominciare a protestare per altre cose se vogliamo veramente bene alla nostra terra !

    • Non chiedere risposte razionali a paure irrazionali. Se scrivi ancora cosa danneggia la TAP,diranno che lavori per la multinazionale. Ho fatto un post dove controbattevo punto per punto (argomentando), tutte le psicosi di chi si dice contrario. Nemmeno una risposta. Non ce ne sono,perchè è tutto costruito su falsità

    • Sandokan, fatti raccontare da Giovanni come sarà la centrale di depressurizzazione, dove la faranno e quanto sarà grande. Fattelo dire da loro che spesso si scordano le cose....

      • Ancora insiste siete di una faziosità unica! Fate i post solo per scrivere qualcosa. Ho risposto ad una semplice domanda del signor Sandokan, Si può leggere tranquillamente tutto ilprogetto nel sito del ministero dell'ambiente che ha rilasciato a TAP TUTTE le autorizzazioni per procedere con l'esecuzione del progetto e ci aggiungo con alcune prescrizione che saranno ottemperate da TAP durante e nel prosiegu dei lavori. Mi sembra di essere chiaro. Purtroppo come si dice non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Cheers

    • Sull'area dove stanno espiantando gli ulivi devono costruire un temporaneo cosiddetto "pozzo di spinta" da cui partirà un microtunnel in cui verrà posizionato la condotta d'acciaio che trasporterà il gas. Quindi al termine di questo lavoro gli ulivi saranno reimpiantati negli stessi luoghi, saranno anche ripristinati i muretti a secco. Anche il gas naturale (metano) è considerato un combustibile fossile ma è il meno inquinanti degli altri.

      • Neanche tu ci credi veramente. Allu paese meu dicune accussi' << ma statte scittu meiu>>

      • certo gli ulivi li puoi piantare e estirpare all'infinito, tanto non muoiono mai , producono tutti gli anni le olive.....sono come i segnali stradali......ma vi rendete conto che gli alberi secolari sono come le persone che soffrono quando gli espianti e che nel migliore dei casi si ammalano e non producono più olive e che tutti i macchinari e le piattaforme marine inquinano più di quanto il mare e la nostra terra siano già inquinate dalla insaziabile sete di guadagno dei potenti!

        • Perchè non rispondi a mio post qui sotto? Invece di scrivere battute in altri?

        • Prova a chiedere ai tuoi comterranei quanti alberi di ulivo secolari sono stati espiantati e spediti in varie parti d'italia e non, per abbellire le ville di chi ha tanti soldi. Fatti dire anche quanto ci hanno guadagnato per ogni ulivo. Fatti raccontare dai proprietari dei terreni sulla Maglie Otranto quanto hanno intascato per ogni ulivo? allora come la mettiamo? Bene! per quanto riguarda le piattaforme marine lo sai che intorno a queste installazione ci vive moltissimo pesce? E sa perchè?, perchè in quelle zone non si può passare con le reti a strascico.

    • rassegnati.se non l'hai capito sinora,evidentemente non sei in grado di capirlo

  • Non sono a priori contrario ad un'opera che, pur a fronte di inevitabili interessi, porta comunque materie prime (in questo caso il gas) ormai indispensabili per il funzionamento di servizi di cui, per necessità, per svago od altro, non riusciamo più a fare a meno nella nostra quotidianità. Resta il dubbio sul perché l'approdo del TAP sia stato previsto a San Foca per poi essere costretti a realizzare un gasdotto interrato per circa 60 km (con relativo aggravio di costi che, a quel che si sente, ricadrebbero sulle finanze pubbliche) quando, più semplicemente si poteva sfociare vicino Cerano ed essere molto più prossimi alla destinazione dello snodo. Non sono un tecnico e forse qualche particolare giustificazione ci sarà ma, dato che, come diceva qualcuno, a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca, magari sarebbe il caso di andare a vedere chi ha eventualmente acquistato i terreni sotto i quali passerà il gasdotto (lucro di royalties?) e quali ditte eseguiranno i lavori di sterro e re interro. Chissà non esca fuori qualche bella sorpresa.

    • Non sfocia a Cerano per Direttiva Seveso III. Ovvero quelle aree sono a rischio di incidente rilevante.

      • spostiamo il rischio a san foca.........W l'Italia!

  • Vergognoso quello che si legge su questi commenti. 5 vecchi da tastiera, che leggono la parola "manifestante" e immaginano bende, bandane, orecchini, treccine, cappucci e gente che lancia pietre e fumogeni. Siete RI DI CO LI. a favore di qualcosa che danneggia in territorio, non da una lira al salento, ne un posto di lavoro ad un salentino. Perchè? Perchè dalla loro tastiera loro devono criticare tutto, devono vivere la vita intera, e senza criticare non troverebbero da commentare, quindi che ci frega del territorio. L'importante è poter scrivere il contro commentino, il pomeriggio per non sentirci soli. Che pietà. ANDATE A FARVI UN GIRO in loco, a vedere con i vostri occhi una volta tanto, vecchi.. Vedrete che sono I TREMENDI MANIFESTANTI che sono stati creati da ALTRI. Gente che per inciso non viene da centri sociali. Sono anziani e non , madri e padri di famiglia con i bambini al seguito. Che voi avete nella vostra mente bacata "stigmatizzato" a modi black block. con sassaiole e mazze ridicoli! Spegnete il computer e andate a farti un giro da queste parti e evedrete che ci sono solo famiglie, gente umile e di lavoro, non certo centri sociali. Invece di andare con i vostri conterranei state seduti al computer, solo per poter fare uno dei vostri commenti idioti. Invece di stare con il popolo, solo per scrivere 2 commenti in più osteggiate chi cerca di difendere il territorio. Qui c'è una sola vergogna oltre a quelli che fanno sto scempio, e siete voi signori. Vergogna e anche una enorme dose di vigliaccheria.

    • Infatti le molotov le hanno usate per festeggiare, le recinzioni cadono da sole, i muri a secco li hanno demoliti quelli di TAP per sbarrare le strade ai manifestanti (però sono manifestanti pacifici). Le minacce ai lavoratori ? ecc... Mistificazione, dei pacifici ed inermi sabotatori. Non sono arrivati a dare manforte ai pacifici quelli che occupano abusivamente le altrui proprietà. Tutte invenzioni dei giornali? Ma per certi personaggi, senza una loro chiara idea, sanno solo insultare.

    • Vergognati tu e quel no global di Casarini

  • bravi bravi! Non date retta a questi 2 ignoranti che commentano qui senza nulla da fare, solo perchè pensano che i manifestanti siano capelloni dei centri sociali. Continuate, non mollate, almeno voi difendete la nostra terra dagli abusi. Non date retta a sti 2 vecchi da tastiera.

  • Ma visto che vi state moltiplicando come coniglio, perchè non la fate una bella manifestazione PRO TAP???? Così noi ignoranti capiamo finalmente le vostre buone ragioni e non pensiamo che lo fate solo per interesse personale.....

    • Vedi, sei in malafede, nessuno ti ha mai dato dell'ignorante, semplicemente vediamo le cose in maniera diversa.

    • Ma quale manifestazione possono fare,loro solo la tastiera del pc possono usare,leggono le notizie su lecce prima ,se parlano di Tap ,commentano altrimenti aprono l'unità di "Rondolino" e la sfogliano, fermandosi a leggere solo i titoli,se gli và bene la Domenica mattina comprano la "Repubblica" per leggere le idiozie di Scalfari per poi potersi sentire attivi e producenti di idee democratiche, e il Lunedi' diventano " i postatori" della settimana.A parte tutto credo che siano la stessa persona sotto nick differenti ,infatti come parte uno l'altro lo segue,.

      • Ahh ho capito! invece tu non leggi le notizie su LeccePrima, leggi solo i titoli e poi, se vedi che qualcuno la pensa in maniera diversa dalla tua, commenti con insulti ed inveisci. Ehh Bravo!!! ecco mancavo io adesso vai a nanna più tranquillo? Cheers

    • Sarebbe come fare una manifestazione pro Repubblica...

    • Perchè io non devo manifestare a favore di qualcosa che già è in essere. Negli Usa, solo gli anti Trump sono scesi in piazza......eppure non sono stati la maggioranza

  • No tap vedi no tav. ...tanto fumo e niente arrosto. ..l'impianto si farà 100%...

    • Amen....... In Italia,sono più di 500 le opere osteggiate dai territori. Tutti vogliono tutto,ma tutti lontano da casa propria

  • No Tap ridicola. ..!

  • A Melendugno Vi è una BOMBA ecologgica come L'Ecolio stranamente DIMENTICATA da Tutti Che sta mietendo decine di Morti di Tumore ma nessuno protesta .....

  • BRAVI BRAVI agli ecologisti della domenica ed ai politici e sindaci avvoltoi di voti. State sudando? Rilassatevi tranquilli tanto la TAP si farà come si sta facendo la TAV alla faccia vostra. Siete ridicoli e sempre inoppotruni: dove eravate quando avete fatto deturpare le coste dall'abusivismo selvaggio fatto poi condonare ai vostri elettori parenti e non? Adesso state facendo divellere anche i pochi muretti a secco rimasti per tentare di fare le barricate;VERGOGNA

  • L'unica cosa veramente intelligente da fare sarebbe stata quella di chiedere la conversione della centrale di Cerano a gasin cambio della realizzazione del gasdotto. Così noi salentini ne avremmo veramente beneficiato.

  • Le elezioni amministrative si avvicinano ed ecco aumentare il numero dei sindaci pronti a manifestare per non perdere voti. Dove erano quando le coste salentine venivano devastate dall'abusivismo edilizio? Oggi sono diventati tutti ambientalisti e tra i manifestanti moltissimi hanno la casetta costruita abusivamente sugli scogli o sulla sabbia. Adesso sono diventati tutti tutori dell'ambiente.

    • molti di questi sindaci non erano nemmeno nati..........però visto che ci sono case abusive inquiniamo anche il territorio, cioè a casa bruciata diamoci fuoco!

    • cos'è lavori al catasto tanto da sapere che la gente ha la casetta a mare e per giuta abusiva? ma vergognati, gente che sta solo difendendo il territorio si deve sentire 4 vecchi barboni da tastiera, ignoranti e caproni. Per fortuna non sono tutti come voi.

      • Ave Cesare! ad insultare siete bravi, avete la presunzione di essere i depositari delle tavole della verità. Non è questione di lavorare al catasto, basta guardarsi e togliersi le fette di salame dagli occhi per vedere come è ridotto il territorio senza che nessuno abbia mai alzato un dito. Forse perchè il territorio è stato distrutto dai locali? Sei arrivato “ieri” a difendere il territorio con alcuni tuoi post e già offendi tutte le persone che non si identificano con i NO TAP o meglio che non sono d'accordo con chi fa ostruzione al progetto TAP.

      • Semplicemente leggo e se leggi pure tu, saprai che il 15% delle opere edilizie abusive nazionali si trovano nel Salento. Il territorio non si difende con le manifestazioni goliardiche di qualche centinaio di manifestanti a fronte di 850.000 cittadini salentini.

        • Ti contraddici, amico. Se fosse vero che la quasi totalità dei Salentini è favorevole al gasdotto (come sostieni qua), allora perché i Sindaci dovrebbero schierarsi contro la tap in barba alla volontà dei loro amministrati? Sarebbero pazzi! Oppure, se praticamente tutti i primi cittadini del Salento (come dici sopra) sono pronti a manifestare pur di non perdere voti, allora sanno che i loro concittadini che non vogliono il gasdotto sono proprio tanti, altro che qualche centinaio.

  • No Tap e No Tac cari andate a trivellare altrove

  • Bravo sindaco Potì che pensa all'opzione zero e cioè che non si faccia proprio. Ma dove pensa di vivere, quali sono i suoi veri interessi nel contrastare la realizzazione della TAP, non riuscirò mai a convincermi che tutti questi manifestanti, che non hanno niente da fare, vogliano difendere il territorio, dalle informazioni ufficiali che circolano sulla TAP non sono riuscito a capire dove avviene lo scempio, il problema è che io voglio l'acqua, il gas, l'elettrricità, internet e tutto il necessario per casa mia purchè nel mio giardino non ci sia un tubo o un filo o altro ma passi tutto nel giardino del vicino. Quando cresceremo????????

  • Uniti per difendere il nostro territorio, sarebbe bastato spostare tutto di pochi km e tutto questo non sarebbe successo, in quanto il salento guarda con benevolenza all'innovazione ma non alla distruzione selvaggia del suo territorio, con la connivenza di una mala politica che oggi cerca di recuperare il danno fatto!#NoTap

    • bravo!

    • Avatar anonimo di Jacopo Ortis
      Jacopo Ortis

      Sei troppo ottimista. Forse ti sfugge il motto di questi sedicenti ambientalisti è sempre stato: "TAP nè qui nè altrove".

Commenti meno recenti

Notizie di oggi

  • settimana

    Minacce e proiettili a Parabita: lo Stato accanto ai commissari nelle elezioni

  • Cronaca

    "Violentò la figlia della convivente": condannato a 7 anni e 4 mesi

  • Attualità

    Reddito di cittadinanza, sono oltre 8 mila le domande accolte tra Lecce e provincia

  • Politica

    Esuberi e rischio licenziamenti in Sirti: i lavoratori si fermano per 4 ore

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Accerchiata la masseria dello spaccio. E in una grotta, droga a volontà e un'arma

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Attendono il direttore, arrivano i carabinieri: banda colta sul fatto

  • Cocaina, materiale esplosivo e arma in cassaforte: arresti e denunce

  • Sorpassa due auto, poi il frontale con la terza: 30enne in codice rosso

Torna su
LeccePrima è in caricamento