La solidarietà sul web cancella l'odioso furto: un nuovo tv per Radioterapia

In un paio di settimane l'appello su un gruppo di Facebook molto frequentato ha consentito di raccogliere 850 euro, una somma sufficiente per l'acquisto di un modello più grande di quello rubato da ignoti a febbraio in uno dei reparti più delicati dell'ospedale "Vito Fazzi"

LECCE – Dopo il furto di cui questo giornale ha dato conto il 24 febbraio scorso, il reparto di Radioterapia del “Vito Fazzi” di Lecce ha di nuovo un televisore per pazienti e familiari in attesa.

A comprarlo sono stati Gianluca D’Elia a Antonio Carrozzo, che sul frequentato gruppo su Facebook  “Vendo-compro-baratto-Lecce” hanno promosso una raccolta fondi di solidarietà che mobilitato moltissimi leccesi, e non solo, ciascuno dei quali con un contributo ha consentito che in un paio di settimane si raggiungesse una somma sufficiente.

Con l’importo di 850 euro è stato possibile l’acquisto di un modello di 55 pollici, più grande quindi del precedente. Ma c’è di più: per impedire il ripetersi di eventuali altri deprecabili furti, si procederà all’installazione di una protezione. Il televisore sarà consegnato domani, martedì, alle ore 11 alle presenza del primario del reparto, Mario Santantonio, del personale e dei responsabili della direzione sanitaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

Torna su
LeccePrima è in caricamento