Occupa alloggio e invece di un tetto trova i militari

Un 40enne di Nardò è stato denunciato dai miliari della locale stazione. Si era infilao in un appartamento poplare senza autorizzazione, ma un cittadino privato ha fatto scattare il controllo

Non è il primo e forse non sarà neanche l'ultimo caso: sta di fatto che l'intervento dei carabinieri ha consentito di porre un limite, seppur singolo, al fenomeno dell'occupazione abusiva, piaga tristemente diffusa a Lecce e provincia per un carovita sempre più strisciante: a Nardò, in mattinata, i militari dell'Arma, su input di un cittadino che ha composto il "112", hanno provveduto a sgomberare un appartamento in via Crispi, in cui aveva preso domicilio, senza regolare autorizzazione, C.V., 40enne del posto. Aveva piazzato il proprio accampamento in un alloggio all'interno di una palazzina adibita a casa popolare. Già in passato, nella stessa zona, in cui sorgono palazzoni, si erano verificati simili "assalti" organizzati da fronde di gente disperata

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento