Operazione "Short Message", si consegna ai militari il 43esimo indagato

Antonio Coppola, 27enne nativo di Tricase, era temporaneamente in Svizzera quando il 26 novembre è scattato il blitz

SPECCHIA – Sale a 43 il numero degli arresti nell’ambito dell’operazione “Short Message”, il blitz eseguito all’alba del 26 novembre scorso dai carabinieri dipendenti dalla compagnia di Tricase. Questa mattina, infatti, Antonio Coppola, 27enne di Tricase, si è consegnato spontaneamente ai militari della stazione di Specchia (i quali hanno avviato le indagini nel 2015 che hanno poi condotto alla maxi retata finale). 

Gli è stata così notificata l’ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari di Lecce, Cinzia Vergine, su richiesta del sostituto procuratore Valeria Farina Valaori della Dda salentina.

Coppola era temporaneamente in Svizzera per motivi di lavoro, quando è stata avviata l’operazione. Nello specifico, risponde di alcuni episodi di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ora si trova nella casa circondariale di Borgo San Nicola, a Lecce. 

Con il fermo di Coppola, mai come questa volta può realmente dirsi chiuso il cerchio. Perché tutta l'indagine, da cui la ricostruzione minuziosa, era partita proprio da un suo precedente arresto, risalente al 2015. E ora, alla chiusura di tutto, mancava proprio lui, all'appello. 

COPPOLA ANTONIO-3L’inchiesta, che ha riguardato varie località della Puglia, ha permesso di stringere le manette ai polsi a soggetti accusati, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, estorsione e detenzione e porto illegale di armi.

I carabinieri hanno individuato un fiorente canale di approvvigionamento che sarebbe riconducibile anche ad esponenti di un clan malavitoso dell’area di Terlizzi, nel Barese, quello dei Dello Russo-Ficco,  che, a loro volta, si sarebbero riforniti da soggetti di nazionalità albanese.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sesso con il pm per avere vantaggi, l'avvocatessa sotto torchio per un'ora

  • Cronaca

    "Favori & Giustizia", il direttore generale dell'Asl Narracci respinge le accuse

  • Cronaca

    Il "sistema Arnesano" andava fermato, la denuncia dei suoi stessi colleghi

  • Attualità

    Più navette e 1350 parcheggi gratis nel week end, in centro si paga in sei festivi

I più letti della settimana

  • Sesso e regali per favori e processi: in arresto un pm, dirigenti sanitari e avvocata

  • Travolto da un’autovettura, un 62enne perde la vita davanti alla moglie

  • Ore di apprensione a Casarano: rintracciato di notte 22enne scomparso nel nulla

  • Forte boato squarcia il Nord Salento. L'Aeronautica: "Un bang sonico"

  • Bancarotta fraudolenta aggravata: quattro imprenditori in arresto

  • Inchiesta sesso&giustizia, Altavilla: “Triste pagina, ma indagine non è condanna”

Torna su
LeccePrima è in caricamento