E sulla spiaggia dell'Aeronautica spunta un vecchio residuato bellico

Il ritrovamento a Lido Conchiglie. Quasi sicuramente un ordigno della Seconda Guerra Mondiale. Sul posto polizia e carabinieri

La spiaggia dell'Aeronautica (repertorio).

GALLIPOLI – Area interdetta per alcune centinaia di metri e artificieri inviati sul posto. Per l’ennesima volta il mare ha consegnato quello che, a tutta vista, sembrerebbe un residuato bellico della Seconda Guerra Mondiale. Probabilmente una bomba sganciata da qualche aereo nel corso del conflitto che ha insanguinato l’Europa negli anni ’40 del secolo scorso, rimasta inesplosa, e che sembra ora sbucata da un tunnel spaziotemporale direttamente nel nuovo millennio.

Ritrovamenti simili non sono affatto insoliti, nel Salento, sia sulle sponde adriatiche, sia su quelle joniche, anche se il più delle volte a farli sono sub nei fondali, a qualche decina di metri dalla riva. Questa volta, invece, l’oggetto è stato trovato sulla spiaggia. Ironia della sorte, proprio nel tratto davanti al lido dell’Aeronautica, in località Lido Conchiglie, sul litorale gallipolino. Il mare l'avrà custodito gelosamente per decine e decine di anni e le correnti, oggi, l'hanno sospinto sull'arenile.  

A notarlo, è stato un uomo che questa sera stava pescando e che ha subito chiamato la polizia. Gli agenti del commissariato - che stanno coordinando le operazioni - si sono recati sul posto e s’è deciso, per ovvie ragioni di sicurezza, di interdire il passaggio in quel punto. Nel frattempo, sono stati chiamati in supporto anche i carabinieri che hanno inviato un artificiere. Domani mattina, probabilmente, si avranno maggiori notizie sulla vicenda.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento