Sequestrato un parcheggio in area vincolata. Multa salata per il gestore di un lido

A Torre San Giovanni intervento della guardia costiera. Nel corso dei controlli per l'area di sosta scoperta la violazione dei sigilli apposti qualche giorno addietro in uno stabilimento

I militari appongono i sigilli all'area di parcheggio.

TORRE SAN GIOVANNI (UGENTO) – La guardia costiera di Gallipoli ha sequestrato oggi un’area privata adibita a parcheggio nella marina ugentina di Torre San Giovanni. Si tratta di una superficie di ben 6mila 400 metri quadrati.

I militari, che fanno capo al nucleo operativo di polizia ambientale della direzione marittima di Bari, hanno rilevato la violazione delle prescrizioni imposte sul terreno sottoposto a vincoli ambientali e paesaggistici. Secondo le indagini condotte, la società di gestione avrebbe trasportato nell’area della posidonia, alga molto diffusa nel Mediterraneo e soggetta a particolare tutela tanto che, prima di poter essere spostata dalla battigia in altro luogo, deve essere sottoposta a una serie di analisi secondo le linee guida della Regione Puglia. Il legale rappresentante della società è stato denunciato per deturpamento di bellezze naturali ma anche per abbandono incontrollato di rifiuti, utilizzati per livellare le aree di sosta e per aver eseguito lavori su beni paesaggistici in difformità rispetto alla normativa.

Nello svolgere i controlli i militari hanno constatato la violazione dei sigilli che erano stati apposti in uno stabilimento balneare nelle vicinanze presso le docce sequestrate qualche giorno addietro. Il titolare dello stabilimento, che era stato nominato custode dei beni, è stato nuovamente denunciato e contestualmente gli è stata notificato un verbale di accertamento e di contestazione di una sanzione che va da 15mila a 150mila euro per aver realizzato opere in area classificata come sito di interesse comunitario e precisamente sul cordone dunale, in violazione quindi della legge regionale del 2015 che disciplina la salvaguardia degli habitat costieri di particolare rilevanza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Il rispetto per l'ambiente non esiste da queste parti

  • A queste persone bisogna togliere la possibilità di lavorare in questo ambiente, vadano a raccogliere pomodori e la sola occupazione a cui possono dedicarsi, sgobbare o morire di fame

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni europee: Lega prima anche nel Salento, il Pd a Lecce supera il M5S

  • Gallipoli

    Sbancano suolo a ridosso della spiaggia con la ruspa: sequestro e denunce

  • Sport

    "Via del mare”: in attesa dei grandi lavori, parte sostituzione dei seggiolini

  • Politica

    Sulla scheda il candidato che “non esiste”: un "De" di troppo ma elezioni proseguono

I più letti della settimana

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Elezioni europee: Lega prima anche nel Salento, il Pd a Lecce supera il M5S

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

  • Un boato sveglia il vicinato all’alba: si sbriciola il tetto di un’abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento