Pass falsi, archiviata l’inchiesta sull’ex assessore Gaetano Messuti

La vicenda giudiziaria era partita sei anni fa, dopo la multa di un ausiliario del traffico nei riguardi del politico e coinvolgeva anche un dipendente della Sgm

LECCE - Dopo sei anni, arriva l’archiviazione nell’ambito dell’inchiesta sui pass in odor di falso per la sosta gratuita nelle strisce blu, che vedeva indagato l’ex assessore ai Lavori pubblici del Comune di Lecce, l’avvocato Gaetano Messuti, e il dipendente della Sgm Vito Baglivi. Si chiude così con il decreto firmato dal giudice Carlo Cazzella, su richiesta del pm Carmen Ruggiero, il procedimento partito dalla multa inflitta da un ausiliario del traffico al politico  ritenendo che il permesso di sosta, datato 2008, non fosse valido.

Le ipotesi di reato non hanno retto durante indagini, nel corso delle quali il direttore della società evidenziò l’evidente stato di usura del permesso, null’altro.

 “Da uomo di legge in questi anni non ho mai perso la fiducia nella giustizia che, nonostante i tempi, alla fine ha fatto il suo corso. Ringrazio di cuore i miei legali, gli avvocati Giuseppe Corleto e Amilcare Tana, che mi hanno supportato e guidato in questo lungo labirinto emotivo e giudiziario,fino ad indicarmi la via d’uscita”, il commento di Messuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

Torna su
LeccePrima è in caricamento