Giro di vite nelle strade, decine di denunce. Livelli anche molto elevati di alcool

Nel magliese sei patenti ritirate, in un caso un barista è stato trovato con un tasso di 2,59 grammi per litro. Deferimenti anche per furti, spaccio, guida con assicurazioni falsificate o senza documenti. A Matino un arresto, a Lecce deferito un nigeriano che ha fornito finte generalità

LECCE – Decine di denunciati a Maglie, un arresto a Matino, un nigeriano fermato senza documenti a Lecce, dopo la segnalazione di una rissa. Sono diverse le operazioni eseguite dai carabinieri delle varie compagnia salentine nelle ultime ore.

Il maggior numero d’interventi s’è registrato nel magliese, sei persone sono state deferite per guida in stato d’ebbrezza (in alcuni casi, con livelli particolarmente alti) e altri individui per reati quali spaccio e furto. Sono, in buona sostanza, i numeri di un controllo a largo raggio attuato nel fine settimana dai militari compagnia locale tutto il territorio di propria competenza.

La patente di guida è stata ritirata a: G.G., scorranese di 35 anni, operaio; R.D.P. 25enne di Galatina disoccupato; L.S., scorranese di 25 anni, studente; G.C., 46enne di Galatina, disoccupato; B.T., 37enne di Casarano, barista; e M.S., 23enne di Gagliano del Capo, studente. Sono stati trovati alla guida con tassi variabili da 0,96 grammi per litro, fino a quello particolarmente alto di 2,59 (è il caso specifico del barista casaranese). E non è finita qui, perché i controlli sono stati più estesi.

A Martano S. D, magliese 36enne, nullafacente, durante una perquisizione personale e locale, è stato trovato in possesso di 3,4 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento delle dosi. E’ stato quindi denunciato alla Procura di Lecce per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nello stesso comune griko, O. M., senegalese di 20 anni, ambulante residente a  Lecce, già noto, è stato a sua volta deferito poiché, durante un controllo, è stato trovato con vari capi di abbigliamento recanti segni falsi. Infine, R.F.,  65enne di Melendugno, è stata denunciata per furto aggravato di un orologio da polso, perpetrato ai danni di un pensionato martanese.

A Maglie, invece, G.G., 35enne disoccupato del posto, già noto, è stato trovato alla guida dell’autovettura Fiat Punto, di proprietà dell’ex convivente, con contratto assicurativo stipulato falsificando la firma della reale intestataria. Inevitabile la denuncia. Così come inevitabile anche per G.P., romeno di 23 anni, operaio, trovato alla guida senza patente, mai conseguita. Il veicolo è stato sottoposto fermo amministrativo.

Infine, durante i controlli, sono state segnalate per uso personale di droghe sei persone di età compresa tra i 16 e i 43 anni. In tutto, sequestrati un grammo di cocaina, 0,8 di hashish, 22 di marijuana,  tre spinelli e sette semi di canapa indiana.

UN ARRESTO A MATINO

Questa mattina, a Matino, i carabinieri della stazione locale, dipendenti dalla compagnia di Casarano, hanno dato esecuzione a un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte Appello Lecce nei confronti di Cosimo Caputo, 44enne.

L’uomo, che già stava scontando una condanna con la misura alternativa della detenzione con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e obbligo di dimora, non si sarebbe presentato presso il comando dei carabinieri e, piuttosto, sarebbe stato individuato a Taranto, in evidente violazione delle disposizioni dell’autorità giudiziaria. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Borgo San Nicola.

LECCE: NEI GUAI UN NIGERIANO

A Lecce, infine, questa mattina, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile hanno denunciato un nigeriano 34enne per aver fornito false generalità durante un controllo. Tutto è avvenuto dopo una segnalazione da parte di alcuni cittadini in merito a un gruppo di extracomunitari che, stando alle segnalazioni giunte al 112, stavano venendo alle mani nei pressi di alcuni esercizi commerciali.

La centrale operativa ha quindi inviato sul posto una pattuglia dell’aliquota radiomobile e i militari, una volta raggiunta la località, hanno notato alcuni extracomunitari allontanarsi in fretta. Nella circostanza sono riusciti a fermarne uno. L’uomo, sprovvisto di documenti, avrebbe riferito più volte false generalità. Condotto in caserma per l’identificazione tramite impronte digitali, in seguito l’uomo è stato identificato poiché già censito nelle banche dati delle forze di polizia.

Nei confronti dell’extracomunitario è quindi stata formalizzata una denuncia. L’uomo è stato invitato entro cinque giorni a presentarsi presso l’ufficio immigrazione della questura di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Torna su
LeccePrima è in caricamento