Notte di controlli, incetta di patenti. E c'è chi prova la fuga disperata

Polizia stradale disseminata fra Lecce e Gallipoli. Nei guai anche due neopatentati. Diversi fra i veicoli fermati senza revisione

Foto di repertorio.

LECCE – Lecce e Gallipoli nel mirino della polizia stradale. Obiettivo: controlli con precursori ed etilometri e per verificare l’eventuale uso di stupefacenti. La notte di domenica gli agenti hanno svolto accertamenti nel capoluogo, allestendo l’ormai abituale posto di controllo in piazza Angelo Rizzo (davanti all’Obelisco, con Porta Napoli alle spalle) e, a Gallipoli, in località Baia Verde. Hanno partecipato sette operatori e personale dell’ufficio sanitario della questura. Fermando in tutto, a campione, 126 conducenti di vari veicoli. I positivi al precursore sono stati sottoposti alla prova dell’etilometro. E in nove casi è stata riscontrata la positività, con ritiro della patente di guida.

Un giovane ha tentato la fuga

Non sono mancati episodi particolari. In due casi gli agenti della polstrada si sono trovati di fronte a neopatentati. Ed entrambi avevano un tasso alcolemico superiore a 0,80 grammi per litro. Cioè la fascia per la quale si entra nel reato penale. Uno dei vari soggetti di passagio, peraltro, quando ha visto la pattuglia, ha tentato di svignarsela. Una fuga disperata e vana. Inseguito e subito bloccato, si è rifiutato di sottoporsi all’accertamento sull’uso di sostanze stupefacenti e per questo è stato sanzionato.

Netto rifiuto dell’accertamento sull’uso di droghe ha posto anche una ragazza, che è risultata pure sprovvista di assicurazione e con un tasso alcolemico superiore a 0,80. Il veicolo è così stato sequestrato sia per l’assenza di copertura in corso di validità, sia perché lei stessa non solo ne era conducente, ma anche proprietaria. Altre nove patenti sono state ritirate, con sospensione della circolazione dei vari veicoli, per la mancata visita di revisione periodica. Sono state contestate anche altre sette violazioni al codice della strada per non aver indossato le cinture di sicurezza, non aver rispettato la segnaletica stradale (divieto di accesso), non essersi fermati all’alt. In tutto, sono stati decurtati 156 punti. 

Lotta a ogni tipo di irregolarità

L’incremento dei controlli in strada segue di pari passo quello turistico, per garantire maggior sicurezza nel momento in cui più alto è il rischio di incidenti gravi. L’attività di prevenzione si snoderà nel corso dell’estate lungo itinerari d’interesse turistico e luoghi di ritrovo giovanile. E non ci saranno solo alcool e droghe sotto la lente. Saranno utilizzate tutte le tecnologie disponibili per contrastare l’inosservanza delle norme sui limiti di velocità e sull’uso improprio delle corsie di emergenza. E non mancheranno servizi mirati per il contrasto delle violazioni sull’uso del telefonino, con l’impiego di personale a bordo di auto civili, considerando che la distrazione alla guida è tra le cause più frequenti di incidenti stradali. Infine, saranno incentivati controlli anche su veicoli come pullman e pullmini, sia turistici, sia di linea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Scoppia una rissa, un 25enne ferito al setto nasale per aver chiamato la polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento