Con la pecora agonizzante sul camion, tentò di investire guardie Enpa: patteggia 6 mesi

Il 71enne di Copertino, sorpreso a fine gennaio dagli operatori, era stato rinviato a giudizio per maltrattamento di animali

L'ovino sull'autocarro.

COPERTINO – Ha patteggiato una pena a sei mesi il 71enne di Copertino, rinviato a giudizio per maltrattamento di animali e detenzione in condizioni incompatibili. Lo ha reso noto l’Ente nazionale protezione animali, parte civile nel procedimento dove è stato rappresentato dall’avvocato Claudia Ricci.

I fatti risalgono allo scorso gennaio quando due guardie zoofile dell’Enpa di Lecce si presentarono dal pensionato per un controllo. Sul posto, il personale trovò una pecora in agonia, ripetutamente seviziata dall’uomo: l’esemplare ovino aveva le zampe legate e respirava a fatica. Un altro animale, un pony, era tenuto in cattive condizioni igienico–sanitarie, senza peraltro essere stato soggetto ai controlli medico veterinari obbligatori per legge. Ma non è tutto

A rendere ancora più grave lo scenario il fatto che L.E., queste le iniziali del 71enne, abbia inveito contro le guardie dell’Enpa. Sarebbe infatti salito sul furgone, mettendolo in moto. Davanti, però, vi erano i due operatori che hanno rischiato di essere travolti dall’autocarro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Parte la fiammata e la casa prende fuoco: gravemente ustionata una donna

Torna su
LeccePrima è in caricamento