Paura a Santa Rosa: crolla un grosso pino e lambisce le auto in sosta

E' successo in via Bradano. Sul posto vigili del fuoco e polizia locale. Inviato un grosso mezzo della Lupiae per la rimozione

LECCE - Le piogge ci mettono del loro, l’incuria dell’uomo fa il resto, e i risultati possono essere molto pericolosi. Come accaduto in via Bradano, nel rione Santa Rosa di Lecce. Un’intera notte di acqua scrosciante – l’ennesima sferzata del maltempo -, poi il cedimento avvenuto al mattino. Un grosso albero di pino è precipitato quasi a ridosso di diverse auto in sosta. Piegandosi vertiginosamente sul lato dell’asfalto nella terra melmosa per l’umidità, ha sradicato dalla parte opposta, quella del marciapiede, una bella fetta di pavimentazione. E alcuni grossi rami hanno anche lambito lo sportello sinistro di una Kia.

Per una pura e semplice casualità, è andata meglio di altre volte, quando intere autovetture sono rimaste sepolte sotto gli alberi per cause simili. Nessun ferito e danni questa volta limitati, ma i rischi non sono mancati di certo. Tutta la zona è circondata da palazzine ed è densamente abitata. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con una squadra del comando provinciale, gli operatori della Lupiae con un grosso mezzo dotato di braccio meccanico e gli agenti di polizia locale. Il tronco e i rami sono stati segati in ciocchi per essere trasportati via.

Nella zona di Santa Rosa, e non solo, si sono già verificati episodi molto simili. L’11 settembre del 2016, una giornata caratterizzata da una perturbazione che mise a dura prova buona parte della provincia, a pochi metri di distanza da via Bradano, in via Adige, un pino pressappoco delle stesse dimensioni di quello di oggi, si abbatté su ben due auto in sosta. 

In generale, eventi simili si stanno manifestando sempre più di frequente. A metà agosto, un’ondata violenta di maltempo ha provocato il cedimento di un altro immenso albero su viale Calasso, uno dei luoghi più trafficati di Lecce, finendo proprio in mezzo alla carreggiata e buttando a terra anche un pezzo di recinzione di un cantiere. Tutte situazioni che indicano la necessità di un monitoraggio costante degli alberi che ornano vie, piazze e viali.    

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Anche i pali della luce, allora, non sono compatibili con l'arredo urbano, poiché,tempo fa, me n'è caduto uno, sfiorando l'auto. Diciamo piuttosto che alle cose e alle piante bisogna farci manutenzione. Bisogna prendersene cura. Qualsiasi cosa in stato di abbandono diventa potenzialmente pericolosa. Ciò detto, voglio portare la mia solidarietà alla Kia per lo scampato pericolo :-)

    • I pali della luce cadono quando hanno la base marcia o in condizioni di vento fortissimo, ossia a seguito di una tromba d’aria. Per far cadere i Pini bastano invece venti non eccezionali, in quanto hanno una grande chioma e uno scarso ancoraggio al terreno. Noi a Lecce abbiamo avuto anche eventi tragici a causa dei Pini, con la morte di una giovane studentessa universitaria, a seguito della caduta di una di queste piante. Ma sembra che conti più la vita di qualche albero che quella dei leccesi.

      • Sì. Hai perfettamente ragione. È così. Basterebbe portarli. In fin dei conti servono anche gli alberi. D'estate sarebbe un delirio senza.

  • Sono perfettamente d'accordo con Diego

  • Bisogna mettersi in testa che i Pini non sono compatibili con un contesto urbano. Devono pertanto essere rimossi tutti e sostituiti con essenze piú sicure.

Notizie di oggi

  • Politica

    I partiti non chiudono la porta al dialogo: "Ma il candidato è solo Congedo"

  • Politica

    Ultimatum di Adriana Poli Bortone: “Le primarie un totale fallimento”

  • Politica

    "Marti dovrà dar conto". La rabbia di Spagnolo sul tavolo di Salvini

  • Politica

    "Troveremo i soldi e la snelliremo la burocrazia": Emiliano rassicura i sindaci su xylella

I più letti della settimana

  • Scontro all'incrocio, è grave in ospedale una donna di 49 anni

  • Rete parallela di distribuzione di gasolio, maxi evasione: arrestato imprenditore

  • Muore dopo aver messo al mondo il bimbo, aperta inchiesta per omicidio colposo

  • Li fanno accostare per un controllo e spuntano oltre 2 chili di marijuana

  • Ricerche lampo dopo la rapina nel discount: presi durante l’inseguimento

  • “Favori&Giustizia”, l’avvocatessa patteggia e si sfoga: “Ho subito un processo mediatico”

Torna su
LeccePrima è in caricamento