Pedinata, minacciata e aggredita: un 19enne arrestato dai carabinieri

L'accusa è di violenza sessuale aggravata. I fatti si sono consumati il 26 luglio. L'indagine è stata condotta dai carabinieri di Specchia: ascoltati testimoni e acquisiti filmati di videosorveglianza

LECCE – Un 18enne originario di Tricase, ma residente a Specchia, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di violenza sessuale aggravata. La misura, disposta dal tribunale, arriva a valle di una indagine condotta dai militari della stazione di Specchia dopo la denuncia presentata da una donna.

PANESE ROBERTO-2I fatti che hanno portato alla detenzione in carcere di Roberto Panese risalgono al 26 luglio scorso e sono stati ricostruiti attraverso l'ascolto sommario di testimoni, ma anche con la visione di filmati di videosorveglianza. Intorno alle 4 il giovane avrebbe notato la donna all’interno di un locale di Specchia e di lì l’avrebbe pedinata fino al punto in cui, dopo una serie di minacce, si sarebbe consumata l’aggressione.

In sede di denuncia la vittima ha prodotto il referto medico che attestava contusioni ed escoriazioni, oltre a un comprensibile stato di agitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

Torna su
LeccePrima è in caricamento