Prende 700 ricci ma dovrà pagare una multa di 4mila euro: guai per un sub

L'uomo, originario di Bari, è stato fermato a Porto Cesareo dagli uomini della squadra nautica della questura di Lecce al termine di una battuta di pesca. Il "bottino" è stato restituito al mare, sequestrata l'attrezzatura

PORTO CESAREO – Come multa è davvero salata, almeno quanto le acque nello Ionio dalle quali aveva “strappato” 700 ricci, la cui polpa costituisce una leccornia molto ambita. 

Un 55enne di Bari, S.P., è stato sanzionato con una sanzione di 4mila euro dalla squadra nautica della questura di Lecce, nel corso di un servizio predisposto per la tutela delle risorse biologiche e per il contrasto alla pesca abusiva. L'uomo è stato sottoposto a controllo al termine di una battuta di pesca, nell'ambito di un'attività di prevenzione lungo il litorale.

I ricci, su autorizzazione dell’autorità marittima sono stati rigettati in mare, mentre gli attrezzi utilizzati per la pesca, tra cui un erogatore di ossigeno da 10 litri, sono stati sequestrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento