Ritrovato in una mensa della Caritas di Roma il galatinese scomparso

I parenti, in ansia, avevano sporto denuncia il 5 luglio presso il commissariato di polizia. Pietro Vigneri non si era mai allontanato per così tanto tempo. Ieri pomeriggio, l'esito della vicenda. Ritenuta attendibile una segnalazione

ROMA – Pietro Vigneri, il 48enne di Galatina per il quale il 5 luglio scorso la famiglia aveva presentato denuncia di scomparsa, attivando la macchina delle ricerche, è stato ritrovato ieri pomeriggio a Roma. La notizia è rimbalzata nelle ultime ore per voce della polizia locale galatinese e del sindaco Marcello Amante, che hanno informato la cittadinanza con due distinti post.

Agenti della questura romana sono partiti nelle ricerche dalla segnalazione di un militare della guardia di finanza, che ha spiegato di aver visto Vigneri presso la stazione Termini il 24 giugno. La segnalazione è stata ritenuta attendibile nel corso del secondo tavolo tecnico convocato in Prefettura, a Lecce, lunedì 8 luglio, e così si sono perlustrate le mense della Caritas della Capitale. E ieri, finalmente, in una di queste, Vigneri è stato rintracciato e identificato. Un sollievo, per sorella e fratello dell’uomo, sapere che sia vivo e in buone condizioni. Erano in forte ansia perché Vigneri, sebbene sia solito allontanarsi da casa senza dare notizie di sé, fino a oggi non era mai mancato per così tanto tempo.

Il 48enne, infatti, in passato è sempre ritornato nell’arco di pochi giorni. Ma questa volta, la sua assenza si è prolungata per diverse settimane. Praticamente, tutto il mese di giugno. La denuncia è stata presentata il 5 luglio presso il commissariato di polizia di Galatina. Il giorno successo, il tavolo di coordinamento ha ritenuto di ampliare le ricerche, già operative, coinvolgendo tutte le forze dell'ordine, i vigili del fuoco, il 118, la Croce rossa, la polizia locale di Galatina, i volontari della Protezione civile, e tutti gli organi istituzionalmente competenti nelle ricerche.

Da quando è stata diffusa la notizia di scomparsa, non sono mancate le segnalazioni. Curioso, in particolare, quanto avvenuto a Lecce, dove da alcune settimane, nella zona di via Leuca, è stato avvistato un clochard mai notato prima dai residenti. Ebbene, non solo i tempi potevano collimare perfettamente con quelli della scomparsa di Vigneri, ma tali erano la analogie (persino nell’abitudine di girare con abiti invernali d’estate), che diverse sono state le chiamate alle forze dell’ordine.

Così, quell’uomo è stato fermato in più occasioni e messo a confronto con le foto diffuse. A parte la somiglianza, ritenuta piuttosto sorprendente (fatto salvo per una barba meno folta, rispetto a quanto, almeno, si vede in foto), si è verificato come si trattasse di un senza fissa dimora tedesco.    

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento