Piscina in cemento armato di 70 metri quadrati in area vincolata: tre le denunce

I carabinieri forestali della stazione di Tricase hanno effettuato una verifica in località Montani, nel territorio comunale di Salve

La costruzione in cemento armato.

SALVE – Una piscina dalle dimensioni quasi doppie rispetto a quanto autorizzato e peraltro realizzata in cemento armato in zona sottoposta a vincolo paesaggistico.

Per questo tre persone sono state denunciate a piede libero dai militari della stazione carabinieri forestale di Tricase. Si tratta di A.C. 41enne nato in Belgio, di F.P., 62enne di Castrignano del Capo e di A.R., 56enne residente da Alessano.

Ai tre è stata contestata, dopo una verifica in località Montani, a Salve, una violazione della normativa in tema di interventi edilizi nelle zone sottoposte a vincolo in difformità dal permesso di costruire e dall’autorizzazione paesaggistica.  Il primo prevedeva una grandezza massima di 40 metri quadrati, e non di 70 come risultato, mentre la seconda prescriveva una costruzione fuori terra con i caratteri della reversibilità e amovibilità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Parte la fiammata e la casa prende fuoco: gravemente ustionata una donna

Torna su
LeccePrima è in caricamento