Pomeriggio di terrore a Squinzano, uccide l'ex moglie e poi si spara

Secondo le prime ricostruzioni eseguite dai carabinieri della stazione locale, della compagnia di Campi Salentina e del Nucleo investigativo di Lecce, un uomo di 45 anni, Sergio Pagano avrebbe, per ragioni ancora da stabilire, ucciso l'ex moglie, la 41enne Rita Paola Marzo, a colpi di pistola. Poi avrebbe puntato l'arma contro se stesso, premendo ancora il grilletto

Il luogo dell'accaduto

SQUINZANO – Si è trasformato in un pomeriggio di morte e terrore un tranquillo sabato d’agosto. Teatro della tragedia via Crocefisso a Squinzano, una piccola strada di case basse da colori pastello a poche centinaia di metri dal vicino municipio. Secondo le prime ricostruzioni eseguite dai carabinieri della stazione locale, guidati dal maresciallo Giovanni Delli Santi e dei colleghi del Norm della compagnia di Campi Salentina, diretta dal tenente Giancarlo Porta,  un uomo di 45 anni, Sergio Pagano avrebbe, per ragioni ancora da stabilire, ucciso l’exFullSizeRender-32 moglie, la 41enne Rita Paola Marzo, a colpi di pistola, Si tratta di una calibro 9 corto, così come constatato dai militari del Nucleo investigativo di Lecce, al comando del capitano Biagio Marro.

Probailmente è stato un solo proiettile a raggiungerla: l'altro, invece, è quello che l'uomo avrebbe indirizzato a se stesso. I militari della sezione Investigazioni scientifiche, diretti dal luogotenente Vito Angelelli, hanno al momento rinvenuto due bossoli. Ma i sopralluoghi si protrarranno ancora a lungo. Tutto sarebbe avvenuto poco dopo le 15. L’uomo avrebbe affrontato la donna (madre di due figli di 11 e 15 anni), di professione parrucchiera, mentre usciva dall'abitazione di un'amica, esplodendo un colpo d’arma da fuoco. L'arma, stando ai primi accertamenti, era detenuta legalmente dall'uomo. Quest'ultimo avrebbe ottenuto il porto d'armi per uso sportivo circa due mesi addietro. Un elemento sul quale gli investigatori ora vogliono vederci chiaro.

Poi avrebbe puntato l’arma contro se stesso, premendo ancora il grilletto. La coppia, secondo quanto si è appreso, era separata da circa due mesi. Una separazione che Pagano, però, non avremme accettato di buon grado, continuando a seguire e controllare l'ex moglie.

A dare l’allarme sono stati alcuni vicini, attirati dalle urla e dal suono dei colpi, che hanno squarciato il silenzio quasi metafisico del primo pomeriggio di una torrida giornata d’estate. Sul posto, pochi minuti dopo, sono arrivate le ambulanze del 118 e i militari dell’Arma. Per la donna, purtroppo, non c’era più nulla da fare se non costatare il decesso. Il 45enne, invece, è stato trasportato d’urgenza nel reparto di Rianimazione dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove è arrivato in condizioni critiche. I medici hanno cercato in ogni modo di salvargli la vita, ma è deceduto in serata. Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Stefania Mininni, proseguono per stabilire modalità e dinamiche dell’omicidio seguito da suicidio.FullSizeRender-33

La salma della donna, intanto, dopo la comunicazione al medico legale Ermenegilldo Colosimo, è stata trasportata presso la camera mortuaria del nosocomio del capoluogo salentino, a disposizone dell'autorità giudiziaria. Nelle prossime ore, la Procura disporrà l'esame autoptico, per chiarire che cosa sia accaduto negli istanti che hanno preceduto il pomeriggio di terrore. Una parentesi di tempo che ha riportato la memoria a due anni addietro, nel 2013. Quando, in un'afosa giornata di fine luglio, un altro episodio simile - per dinamica e per movente - sconvolse la comunità di Taurisano.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (16)

  • Yama ha proprio ragione, purtroppo l'ira acceca, ecco perché bisogna autocontrollo è difficile certamente per la mente umana. Secondo il mio punto di vista lo avrebbe fatto ugualmente e comunque e per il sig. Daniele il Calibro 9 corto o (9x17mm / e/o.380 auto ) una volta era considerato munizione militare in seguito fu liberalizzata e di libero commercio. il 9x19 e militare e diciamo, senza dilungarsi, che corrisponde al 9x21 con la differenza di lunghezza e di balistica. Quello che rimane è soltanto una grande tristezza su tutti per i giovani figli

  • Questi uomini devono imparare ad accettare il fallimento di un matrimonio ! Nessuno possiede la vita altrui..... Povere figlie!!!!!

  • ... e si..... perchè uno quando decide di uccidere..... va a farsi le foto tessera poi un certificato medico comprovante di idoneità psicofisica alla pratica del tiro a segno poi compila moduli vari da presentare in questura, spende un bel pò in marche da bollo e varie, per non contare il tempo che si impiega, poi il corso al poligono, altri soldi, e tra le tante cose, sempre avendo in mente di uccidere, compra l'arma (perchè l'arma si compra... non si affitta) e parliamo di varie centinaia di euro...... fatto tutto ciò.... uccide.... :) scusate lo smile fuori luogo ma mi è venuto spontaneo....... A questo punto si dovrebbero togliere le armi a tutti coloro, anche alle forze dell'ordine, che sono in corso di separazione ????? Togliamo anche tutti i coltelli che sono più lunghi di 10 cm dalle cucine, poi passiamo a tutto ciò che potrebbe causare una morte violenta e..... credo.... non rimarrebbe nulla..... SE UNO HA INTENZIONE DI UCCIDERE NON COMPRA UN'ARMA, CERCA UNA VIA PIù BREVE, purtroppo in alcuni casi bastano le mani..... purtroppo.......

  • Il "sesso debole" è proprio quello maschile..........

  • Quanto è facile parlare ed esprimere giudizi senza sapere cosa c'è dietro ol rilascio di un porto d'armi. premesso che personalmente sono del tutto contrario alle armi anche se sono consapevole purtroppo che per ovvi motivi non potranno mai sparire dalla circolazione, penso che la mente umana è talmente complessa che ad una persona quando va in tilt il cervello e questo lo si sa può anche accadere senza che nessuno se ne accorga beh uno se vuole con o senza porto d'armi un modo per uccidere lo trova. Pensiamo piuttosto ai quei poveri ragazzi che sono rimasti soli....!

  • Il discorso del calibro 9 corto (9x19) non mi convince. Il 9 corto, detto anche parabellum è un calibro il cui possesso è riservato alle forze dell'ordine mentre ai civili è destinato il 9x21 (nonostante sia 2 mm più lungo é meno potente del 9x19). Quindi come faceva a detenerlo regolarmente? Boh...

    • Non è come pensi.

    • Sei un po' confuso... Il 9 corto è 9x17 ed insieme Al 9x21 sono consentiti ai civili a differenza del 9x19 (parabellum) che non è né più potebte ne altro, anzi...

  • Attualmente trova un italiano senza problemi...

  • Ma se anche la donna avesse denunciato l'ex marito x atti persecutori grazie alle leggi di recente approvate dal governo Renzi giammai gli si sarebbe potuto applicare all'uomo il carcere ma al piu il divieto di avvicinamento alla ex moglie quindi acqua fresca... la realtà e' che in Italia la giustizia penale e' del tutto inefficace a furia di leggi svuotacarceri si e' preferito lasciare in liberta' i delinquenti a discapito delle vittime anche di gravi reati....

  • Se si dovesse accertare quanto detto e cioè che nonostante le denunce della signora la pistola gli è stata lasciata, secondo me qualcuno dovrebbe passare un po di guai seri...

    • in Itaglia ormai è più facile passare guai seri se sei innocente che colpevole. Se sei innocente ti danno l'aggravante di NON aver commesso il fatto. Se sei colpevole stai tranquillo qualche attenuante te la riconoscono

  • Avatar anonimo di Luigi Acampora
    Luigi Acampora

    E la storia si ripete,porto d'armi concessi con troppa facilità, senza quei controlli essenziali per poter capire i problemi psichici e le situazioni familiari o lavorative del soggetto in questione. Facendo degli esempi:ad una persona coinvolta in un crac finanziario non si puo' concedere un porto d'armi e non gli si deve permettere l'acquisto di un'arma. Ad un soggetto con problemi di separazione in corso magari denunziato per violenza non gli si deve dare l'autorizzazione di detenere una pistola!!!!

    • Il problema non è l'arma... Ma chi la impugna! Pensi che poliziotti, carabinieri ecc ecc siano esentida turbe psichiche, esaurimenti nervosi, cartelle di equitalia, pignoramenti, gelosie esasperanti? Le cronache sono piene di omicidi passionali, con armi da fuoco o no, commessi da tiratori sportivi e appartenenti alle forze dell'ordine... Sarebbe come dire che tutti i pescatori sportivi sono pericolosi perché possono avere delle fiocine, per nonnparlare della libertà fi acquistare balestre, archi e frecce con qui si cacciano anche gli orsi e senza porto d'armi perché considerati dalla legge italiana di modesta capacità offensiva... Magari pensano che alci, cervi ed orsi siano più deboli di un essere umano.

    • Penso che Lei ignori le modalita' con cui viene concesso un porto d'armi.Ci sono certificati medici rilasciati dopo rigorosa visita da parte dell'ASL,ed un'iter burocratico che puo' sembrare esasperante nell'ottenere il documento.Ma i meandri della mente umana non sono ancora stati esplorati del tutto, percui molto difficile capire anticipatamente il pensiero di una persona.La pistola è stato un caso, non crede che se non avesse avuto la pistola avrebbe ucciso con altri mezzi? Abbiamo la cucina con una varieta' infinita di coltelli, dovrebbero vietarci l'uso perchè non siamo stati testati psichicamente? Taglieremmo il pane a colpi di karate. Quando una mente offuscata da morbosa gelosia ha deciso di uccidere non c'è porto d'armi che tenga, c'è o non c'è, trova il modo di farlo.

    • Pensi che se non avesse avuto il porto d'armi non avrebbe compiuto ugualmente tale gesto? O pensi che sia tanto difficile procurarsi un'arma illegalmente?

Notizie di oggi

  • settimana

    Discarica nella colonia di pipistrelli e immobile occupato abusivamente: doppio sequestro

  • Cronaca

    La cenere della Focara si deposita sul telo in plastica: fuoco a un piccolo stand

  • Cronaca

    Chiede un nuovo permesso di soggiorno, ma 20enne finisce in manette per droga

  • Politica

    La Biblioteca Sociale di Lecce Bene Comune apre con l'assessora Agnoli

I più letti della settimana

  • Alba di sangue sulle strade del Salento, una 33enne in gravi condizioni

  • Colpo nell’agenzia di scommesse: giovani rapinatori incastrati dal colore dell’auto

  • Scossa di terremoto di magnitudo 2.9 al largo del Capo di Leuca

  • Ragazza trasforma casa sua in una centrale dello spaccio di droga

  • Rapinatori sfuggono per un soffio alla cattura, ma perdono il bottino

  • Un palo abbattuto e un guard-rail divelto, ma i veicoli scompaiono subito

Torna su
LeccePrima è in caricamento