Colto da malore mentre fa il bagno, muore annegato un uomo di 71 anni

La tragedia questa mattina a Torre Lapillo. Giuseppe Piacenza, di Terlizzi, era in vacanza con la famiglia. Inutile l'intervento del 118

La zona in cui è avvenuta la tragedia (foto di Daniele De Paolis).

TORRE LAPILLO –Il malore non gli ha lasciato scampo. Gli operatori del 118 hanno tentato invano di rianimarlo, ma ormai per Giuseppe Piacenza, un uomo di 71 anni di Terlizzi, non c’era più nulla da fare. La tragedia s’è consumata questa mattina, attorno alle 11,30, nelle acque di Torre Lapillo, marina di Porto Cesareo, nel tratto di spiaggia libera di località “Sottovento”, non lontano da via Sebastiano Caboto, uno degli accessi al mare.

Piacenza era in vacanza con la famiglia da qualche giorno nella località turistica sul litorale jonico e questa mattina stava facendo un bagno quando, all’improvviso, è stato visto accasciarsi. Non era lontano dal bagnasciuga, quindi in un punto in cui l’acqua era bassa. Tuttavia, a causa del collasso, è finito con il volto in giù ed è annegato.

Quando si sono accorti di quello che stava accadendo, i più vicini hanno portato il 71enne subito a riva, e nel frattempo è stato chiamato il 118. Sul posto, dove si sono recati anche i militari dell'Ufficio locale marittimo della guardia costiera di Torre Cesarea, gli operatori hanno tentato disperatamente di rianimare l’uomo. Ma purtroppo ormai era spirato. La guardia costiera ha avvisato il magistrato di turno, il quale ha disposto che la salma di Piacenza fosse restituita alla famiglia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

Torna su
LeccePrima è in caricamento